Napoli, Tarallo: "Meret non ha colpe sui gol della Fiorentina"

L'ex preparatore dei portieri azzurro scagiona l'estremo difensore: "Sono stati tutti tiri ravvicinati"
Napoli, Tarallo: "Meret non ha colpe sui gol della Fiorentina"© ANSA

NAPOLI - La pesante sconfitta casalinga in Coppa Italia contro la Fiorentina è ovviamente ancora oggetto di dibattito nell'ambiente napoletano. Intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo, l'ex preparatore dei portieri del Napoli, Luciano Tarallo, ha scagionato Alex Meret da ogni responsabilità sulla goleada viola: "Nessuna colpa - assicura l'esperto - sono tiri ravvicinati. Sul gol di Biraghi la barriera è ben messa, il giocatore della Fiorentina poi la mette a giro colpendo il palo. Per non abbassare velocità e accuratezza punta l'angolo e la palla dà il bacio al palo nonostante Meret si distenda bene. Inoltre i difensori della barriera fanno due errori: non accorciano e tolgono la visualizzazione della palla a Meret. Sul gol di Venuti il tiro è da sei metri, non vedo colpe. Sul quarto gol, Venuti chiude il triangolo con Piatek. Meret fa anche bene la traslazione ma non può nulla. Anche sul quinto niente da fare: è un tiro ravvicinato. Il tiro a giro lo effettuano solo i grandi, bisogna saperlo effettuare. Come si para? Si fa il cosiddetto passo incrociato. L'unica cosa che avrei suggerito a Meret sarebbe stata di fare un passo indietro, così con la forza delle gambe usando il piede destro di spinta recuperando un decimo di secondo nell'esplosività. Ci sarebbe arrivato perché avrebbe recuperato forza. Questo deriva dal vissuto. Un'altra cosa importante da vedere in Meret è la posizione delle gambe, spesso si fanno esercitazioni sulla forza esplosiva e lui lo fa benissimo. Con la mano alla fine arriva vicino al palo".

Napoli, che botta! La Fiorentina ne fa 5 e avanza in Coppa Italia
Guarda la gallery
Napoli, che botta! La Fiorentina ne fa 5 e avanza in Coppa Italia

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti