Carboni sul Napoli: "L'obiettivo principale era la Champions"

L'ex calciatore e allenatore ha elogiato il lavoro di Spalletti. "Scudetto? Si decide domenica"
Carboni sul Napoli: "L'obiettivo principale era la Champions"© ANSA
2 min
TagscarboninapoliSpalletti

NAPOLI - "Non bisogna dimenticare che l’obiettivo principale era la Champions League". Si è così espresso ai microfoni di Radio Marte l'ex calciatore e oggi allenatore Guido Carboni, interpellato sugli obiettivi stagionali della squadra partenopea. Secondo l'ex allenatore di Olbia, Benevento e Siena - e fratello maggiore di Amedeo, terzino ex Roma - il campionato del Napoli è "più che sufficiente" ma "se il momento di difficoltà fosse stato all’inizio, per poi avere un crescendo, non ci sarebbero stati questi malumori". Secondo Carboni, i meriti della comunque buona stagione del Napoli sono tutti di Spalletti: "Va dato merito a Luciano di aver ricostruito l’ambiente e riportato l’entusiasmo - ha sottolineato Carboni - "Luciano è affascinato dalla città di Napoli, è un tecnico che si lascia anche coinvolgere dall’ambiente dove lavora, sa benissimo che c’è un popolo esigente che ti da tanto. Secondo me continuerà il progetto, è bravo a far rendere al massimo le squadre"

Maradona, a Scampia una statua con il suo piede sinistro
Guarda la gallery
Maradona, a Scampia una statua con il suo piede sinistro

Programmare il futuro

Carboni ricorda l'ottimo lavoro di Spalletti con Roma e Inter ma sottolinea quanto sarà importante il lavoro di costruzione della squadra dell'anno prossimo: "A Roma e Milano ha fatto grandi campionati con rose meno forti delle attuali. Insieme a Giuntoli avranno già programmato la stagione, capire quali giocatori andranno via e ripartire da una Champions dove il Napoli deve fare bella figura. Sarà un programma ridimensionato, andrà via qualche giocatore importante".

Il Genoa cerca a Napoli i punti salvezza

Sulla lotta scudetto...

Secondo Carboni, il Milan "ha un calendario difficile" ma se supera anche l'Atalanta "ha vinto il campionato". La squadra di Pioli, come potenziale offensivo, "è inferiore alle top 4. Domenica ha un grande ostacolo da superare, ha vinto la gara con la Fiorentina grazie ad un errore del portiere. Domenica si deciderà il campionato, l’Inter farà 6 punti ma non so cosa farà il Milan”.

Barcellona, si raffredda la pista Fabian Ruiz
Guarda il video
Barcellona, si raffredda la pista Fabian Ruiz

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti