Il cuore grande di Koulibaly: kit d'allenamento donati all'Arci Mediterraneo

Il difensore del Napoli ha fatto un regalo speciale e inatteso alla società in vita in città dal 2015 e composta da migranti accolti da vari centri d'accoglienza
Il cuore grande di Koulibaly: kit d'allenamento donati all'Arci Mediterraneo© FOTO MOSCA
3 min
TagsKoulibalySpalletti

Completata l'ottava stagione con la maglia del Napoli, impreziosita dal terzo posto che ha sancito il ritorno in Champions League e, a livello personale, dal trionfo in Coppa d’Africa con il suo Senegal, al primo successo assoluto nella manifestazione, Kalidou Koulibaly è pronto per le meritate vacanze, ma prima il leader della difesa azzurra ha fatto parlare ancora una volta di sé in senso positivo attraverso una bella iniziativa nell’ambito del sociale, volta a favorire l’integrazione.

Il regalo di Koulibaly all'Arci Mediterraneo

Il difensore ha infatti regalato magliette, pantaloncini, calzettoni e anche asciugamani per le docce post-partita all'Arci Mediterraneo, squadra di calcio di Napoli composta da migranti e nata per favorire la convivenza di persone provenienti da diversi paesi, trasmettendo i valori dello sport, aiutando la sinergia di gruppo e promuovendo la partecipazione diretta alla vita sociale e culturale del territorio. 

Non solo Koulibaly e Kessie per il Barcellona: i 10 nomi in lista
Guarda la gallery
Non solo Koulibaly e Kessie per il Barcellona: i 10 nomi in lista

"Koulibaly è un campione di umiltà"

Il gesto di Koulibaly segue la visita fatta nei mesi scorsi alla squadra durante un allenamento. Mariano Anniciello, amministratore di Arci Mediterraneo, ha svelato all'Ansa come KK abbia mantenuto quanto anticipato in quell’occasione: “Ci aveva promesso che non ci avrebbe perso di vista e nei giorni scorsi ci ha fatto un'altra sorpresa. Come al solito ci ha lasciato senza parole, ci ha sorpreso e ci ha commosso per la discrezione e l'umiltà con cui ha fatto questo per noi. Grazie a lui ci sentiamo più forti nella nostra battaglia contro il razzismo e la discriminazione".

La storia dell'Arci Mediterraneo

Gli atleti che compongono l’Arci Mediterraneo, spesso in fuga da carestie o persecuzioni di carattere razziale e religioso, sono accolti in diversi centri di accoglienza e si allenano presso i campi dell'ASD Kodokan, una delle palestre più grandi d'Italia, in Piazza Carlo III, all'interno del Real Albergo dei Poveri. La squadra, che negli ultimi anni ha partecipato a diverse competizioni ed eventi amatoriali, è composta da giocatori originari di vari paesi dell’Africa. Oltre al Senegal anche Gambia, Nigeria, Mali, Costa d’Avorio e Guinea.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti