Napoli-Mertens, l'addio è social: "Grazie, Dries"

All'indomani delle parole del presidente De Laurentiis sul rifiuto del belga all'ultima proposta di rinnovo il club ha pubblicato un video di ringraziamento che chiude ufficialmente l'avventura in azzurro dell'attaccante
Napoli-Mertens, l'addio è social: "Grazie, Dries"© FOTO MOSCA
3 min
TagsDe LaurentiisCalciomercato

Se è vero che non è mai finita fin quando non è finita, la lunga storia d’amore tra il Napoli e Dries Mertens ora è davvero arrivata ai titoli di coda, o quantomeno l’attaccante belga non indosserà più la maglia azzurra.

De Laurentiis e il retroscena su Mertens

Dopo l’anticipazione fornita dal presidente Aurelio De Laurentiis, che in occasione dell’intervista esclusiva rilasciata a Radio Kiss Kiss ha svelato i dettagli dell’ultima offerta per il rinnovo formulata al giocatore, rifiutata, sancendo l’interruzione definitiva delle trattative, a suggellare la conclusione di un percorso lungo nove stagioni e 148 gol è stato un video pubblicato sui canali social del Napoli.

Napoli, l'importanza di Mertens: Mr 148 reti in 9 anni
Guarda la gallery
Napoli, l'importanza di Mertens: Mr 148 reti in 9 anni

Napoli, il video di saluto a Mertens

In un filmato di un minuto e otto secondi il club ha riassunto le più belle prodezze di Dries Mertens in maglia azzurra, suggellando il tutto con un “Grazie, Dries”, che mette la parola fine a un’avventura iniziata nel 2013 e che ha visto Mertens vincere due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana, ma interrotto dal mancato rinnovo del contratto scaduto lo scorso 30 giugno. Un video pieno di prodezze indimenticabili che riassume il repertorio di Mertens, dalle punizioni contro Frosinone e Genoa alle leggendarie prodezze contro Torino e Lecce.

Tutti i numeri di Dries Mertens con il Napoli

Si chiude così per la delusione dei tifosi un'avventura partita in sordina, ma che ha cambiato la storia del Napoli e la carriera di Mertens, arrivato a 25 anni dal Psv Eindhoven come talentuoso esterno offensivo, ma poi divenuto via via un giocatore fondamentale per la storia recente del Napoli. La svolta è datata 2017, secondo anno della gestione Sarri, con la trasformazione di Mertens in centravanti: la stagione da 34 gol complessivi, 28 dei quali in campionato, ha rappresentato l'inizio di una nuova carriera per il numero 14 azzurro, che ha via via battuto tutti i record realizzativi e scalato le classifiche dei bomber azzurri, superando Maradona, Hamsik e Insigne come numero di gol realizzati con il Napoli e poi Antonio Vojak come numero di centri in Serie A. Mertens chiude quindi con 148 gol totali in 397 partite, 113 dei quali in campionato.

Napoli, De Laurentiis chiude a Mertens: "Ne ha fatto una questione di vil denaro"
Guarda il video
Napoli, De Laurentiis chiude a Mertens: "Ne ha fatto una questione di vil denaro"


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti