Napoli, la probabile formazione di Spalletti per la trasferta di Firenze

Domenica contro la Fiorentina solo conferme per l’allenatore azzurro
Napoli, la probabile formazione di Spalletti per la trasferta di Firenze© FOTO MOSCA
3 min
Fabio Mandarini
TagsnapoliSpallettiFiorentina

NAPOLI - Non si cambia. Già, l'idea è quella di schierare anche con la Fiorentina la squadra che ha vinto con Verona e Monza e difficilmente Spalletti la modificherà fino a domenica. Per forza di cose, verrebbe da dire: la squadra ha girato che è un piacere soprattutto in fase offensiva, considerando i 9 gol realizzati, e gli illustri nuovi di zecca hanno cominciato a lavorare a pieno regime soltanto da qualche giorno. In sintesi: 4-3-3 con il tridente-turbo in fila Chucky-Osi-Kvara, Zielinski a completare il tris di centrocampo e Mario Rui a sinistra. E Meret in porta, certo.

Cristiano Ronaldo al Napoli: il piano di Mendes fa impazzire i social
Guarda la gallery
Cristiano Ronaldo al Napoli: il piano di Mendes fa impazzire i social

Niente turnover per Spalletti

E allora, le ultime scene dell'ultima settimana tipo a disposizione: dalla prossima sarà una maratona, sarà ogni tre giorni un tappone di montagna, ma la strada verso Firenze è ancora in pianura e il signor Luciano può permettersi il lusso - diciamo così - di non tirare fuori dal taschino la carta del turnover. La situazione complessiva, comunque, permetterebbe anche qualche cambio: l'unico indisponibile resta Demme, sempre alle prese con il suo percorso di terapie dopo l'infortunio al piede sinistro rimediato una settimana fa in allenamento (frattura del cuboide). Non sarà ovviamente convocato Fabian, ai margini della rosa sin dalla vigilia dell'inizio del campionato: il suo trasferimento al Psg, comunque, sarà definito nelle prossime ore e dunque domenica potrebbe anche trovarsi a Parigi. O nei dintorni.

Milan, Juve, Napoli e Inter: le formazioni delle avversarie di Champions
Guarda la gallery
Milan, Juve, Napoli e Inter: le formazioni delle avversarie di Champions

Le scelte del mister

Per quel che riguarda la squadra, fermo restando la seduta tattica di rifinitura in programma come da copione domani in sede prima della partenza per Firenze, le scelte dovrebbero essere consolidate: con la Fiorentina, in un solo concetto, dovrebbe giocare dal primo minuto la stessa formazione che ha vinto con il Verona e il Monza. Per la precisione: Meret in porta; linea a quattro composta da Di Lorenzo, Rrahmani, Kim e Mario Rui; Anguissa, Lobotka e Zielinski a centrocampo; e tridente d'attacco con Lozano, Osimhen e Kvaratskhelia. Raspadori, Simeone e Ndombele, in panchina con il Monza ma tutti in campo dall'inizio in occasione dell'amichevole di mercoledì con la Juve Stabia, continuano a migliorare le rispettive condizioni in attesa di acquisire un po' di ritmo-partita. Tutto normale. Sul fronte dei tifosi, già esaurito da giorni lo spicchio del Franchi riservato al popolo azzurro.

Raspadori: "Napoli è la scelta migliore"
Guarda il video
Raspadori: "Napoli è la scelta migliore"

Raspadori: "La Champions fa venire i brividi"
Guarda il video
Raspadori: "La Champions fa venire i brividi"


Commenti