Parma, Carli: "Krause mi dà sicurezza. Cyprien l'acquisto più pronto"

Il ds ducale: "Sarebbe bello che l'Atalanta vincesse lo scudetto. Ho sentito Sarri, è sereno: spero rimanga in Italia, alla Juve ha fatto un ottimo lavoro"

© Getty Images

PARMA - Parlando a Radio Sportiva, il ds del parma Marcello Carli ha commentato l'arrivo di Kyle Krause come nuovo patron: "È cambiato tutto in poco tempo: fino a venti giorni fa c'era la vecchia proprietà, siamo rimasti fermi in attesa che si concretizzasse la cessione societaria. I tifosi devono essere sereni e tranquilli, la nuova proprietà ha idee di calcio chiare, ha investito sui giovani. La famiglia Krause è seria e coesa, questo mi dà sicurezza. Il nostro presidente ha portato idee, voglia e risorse. Ora abbiamo bisogno di tempo, e non si tratta di un alibi. I senatori dovranno aiutare i giovani a raggiungere una salvezza tranquilla. Se ce la facciamo, il futuro sarà roseo e potrà regalarci soddisfazioni".

Serie A, quanto valgono le rose? In testa duello Juve-Inter
Guarda la gallery
Serie A, quanto valgono le rose? In testa duello Juve-Inter

Sui tanti nuovi acquisti messi a segno nel finale di mercato: "Cyprien è per età e carriera, con Osorio, il più pronto nell'immediato. E' stata una mossa voluta per aiutare una squadra già forte abbiamo inserito giovani di qualità per garantirci un futuro importante. Ora la parola passa al campo, tutto il resto sono parole". Sulla corsa scudetto: "Credo che il titolo della Juventus sia stato poco enfatizzato, non era mica scontato: Sarri e i giocatori hanno fatto un ottimo lavoro. Quest'anno ci sono almeno tre-quattro squadre in lotta per lo scudetto, cioè Juve, Inter, Atalanta e Napoli. Sarebbe bello che vincesse la Dea, spero comunque sia un torneo bello e combattuto".

Liverani: "Spero che il Parma sia protagonista in Serie A"
Guarda il video
Liverani: "Spero che il Parma sia protagonista in Serie A"

Carli conclude parlando di Maurizio Sarri: "Ci sentiamo sempre, il rapporto va oltre il calcio. L'ho sentito sereno, è a casa e si sta caricando. Una volta che hai allenato Napoli, Chelsea e Juventus devi aspettare le offerte di due-tre squadre in Italia e poche altre all'estero, perché c'è la voglia di rimanere al top. A Torino ha fatto benissimo, cambiando modulo e mentalità. Spero rientri in Italia".

Commenti