Parma, D'Aversa: "Abbiamo giocato alla pari con l'Inter"

Il tecnico gialloblù: "Facciamo troppi errori, ma la prestazione di questa sera ci deve far sentire l'obbligo di provarci fino alla fine"
Parma, D'Aversa: "Abbiamo giocato alla pari con l'Inter"© Getty Images
TagsSerie A

PARMA - Non basta un gran cuore al Parma, battuto 2-1 dall'Inter nonostante la reazione gialloblù. La squadra di Roberto D'Aversa ha fatto soffrire la capolista, ma deve ancora rinviare un appuntamento con la vittoria che manca ormai dal 30 novembre 2020. "Abbiamo finito la partita nella loro metà campo e quindi il Parma non ha sfigurato contro la prima in classifica, ma c'è rammarico per i gol che sono arrivati su un passaggio involontario e un nostro errore di concetto contro una squadra brava in ripartenza, conosciamo Conte. Poi l'abbiamo riaperta e aumentato il potenziale offensivo, ma non è bastato per portare a casa il risultato. Sicuramente aver giocato alla pari con l'Inter ci deve far credere nei nostri mezzi, ma dobbiamo ragionare sul senso del pericolo che ci manca. Salvezza? Non sarà semplice, ma questa gara ci deve far affrontare il resto del campionato provando a raggiungere l'obiettivo, lottare fino alla fine sarà un obbligo dopo questa prestazione".

Show di Sanchez: l'Inter batte il Parma e va in fuga
Guarda la gallery
Show di Sanchez: l'Inter batte il Parma e va in fuga

"La prestazione c'è, finiamo sempre in crescendo. Ma facciamo troppi errori"

"Per quanto riguarda le prestazioni abbiamo finito in crescendo anche a livello fisico, ma è chiaro che se si vanno ad analizzare i gol presi si capisce che dobbiamo migliorare per portare a casa i risultati. Oggi non condanno il primo gol, ma il secondo sì perchè conosciamo le caratteristiche di questo avversario devastante in campo aperto. Sullo 0-0 abbiamo avuto l'occasione clamorosa con Kurtic, poi tante situazioni a favore non sfruttate, ma credo che le grandi squadre ci devono dare l'esempio. Se giocatori come Lukaku, Sanchez e Lautaro giocano con cattiveria dobbiamo farlo anche noi, in Serie A non si può mai abbassare la guardia. C'è rammarico dopo una prestazione simile che ci ha portato 0 punti. Con la Fiorentina saremo più convinti, ma commettiamo errori che condizionano la nostra classifica, prendiamo gol assurdi per una squadra che si deve salvare. Serve concretezza, ad esempio Mihaila poteva tirare. Pellè? Sicuramente nel momento clou non avere a disposizione giocatori importanti determina, lui e Inglese ancora non sono in condizione fisica, stasera è stata una forzatura da parte mia per provare a recuperare la gara" ha concluso D'Aversa.

MisterCalcioCup “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti