Corriere dello Sport

Roma

Vedi Tutte
Roma

Sabatini: «Garcia resta a Roma
Nainggolan? Sono ottimista»

Il Ds giallorosso: «Suo saggio fine anno non molto gradito, ma non amareggiati»

Sullo stesso argomento

 

domenica 31 maggio 2015 21:37

ROMA - Il dirigente della Roma prova a ridimensionare il peso delle parole del tecnico francese che alla vigilia dell'ultima di campionato col Palermo ha sottolineato la superiorità della Juve («è irraggiungibile»). «Non è un problema- ha affermato Sabatini - siamo una società liberale. Ci confrontiamo su tutti i temi, non è successo niente di particolare. Alcune puntualizzazioni riferite alla forza della Juventus, ai valori che vengono distribuiti tecnicamente rispetto a quelli che sono i ricavi, sono frustranti per chi fa sport, ma lo sa anche da solo, poi ci confronteremo su questo e non ci sarà problema». Eppure, ammette Sabatini, il bilancio di fine anno fatto dal tecnico «non credo che sia stato molto gradito» ai piani alti della società giallorossa - sembra infatti che il presidente Pallotta abbia vietato le repliche della conferenza sul canale RomaTv) - ma «sono cose che capitano non bisogna drammatizzare», insiste Sabatini. «Credo che Garcia abbia voluto non tanto mettere le mani avanti come in tanti dicono, ma si sia spaventato un pò per la pressione che ha subito lui stesso, la società e la squadra in un certo momento della stagione. Ma noi gareggiamo sempre per migliorare e quindi non sottoscriviamo questi distinguo e questi rapporti di forza. Non abbiamo nessuna intenzione né cambiarlo né di metterlo in discussione». Parlando poi di mercato, Sabatini ha affrontato la questione legata al riscatto di Nainggolan, il cui cartellino è in comproprietà col Cagliari: «Se resto ottimista? Assolutamente si, è un'operazione complessa, lo ribadisco, ma è un privilegio per noi che la dobbiamo fare, significa che è un giocatore importante - conclude il ds della Roma -. Ma lo porteremo a casa perché fa parte del nostro piano per i prossimi anni».

Per Approfondire

Commenti