Corriere dello Sport

Roma

Vedi Tutte
Roma

Keita: «Juve favorita, ma la Roma c'è»

Il centrocampista: «Dzeko può darci tanto, però dobbiamo continuare a lavorare come una squadra»

Sullo stesso argomento

 

giovedì 20 agosto 2015 18:41

ROMA - «La Juventus è ancora favorita, ha vinto quattro scudetti, ma ha perso alcuni giocatori. Con la giusta continuità, potremo giocarcela alla pari». Seydou Keita è carico, la stagione sta per iniziare (sabato, alle 18, la Roma debutterà in casa del Verona) e il centrocampista maliano fa il punto della situazione in casa giallorossa: «Dovremo cercare di avere la continuità che ci è mancata da gennaio scorso, così riusciremo a giocarcela alla pari. Lo scorso anno hanno fatto la differenza alcuni fattori, come la Coppa d'Africa, anche se potrebbe sembrare una scusa da parte mia. La Juve è favorita, ma ci siamo anche noi, il Milan, l'Inter e il Napoli. Sarà un campionato più difficile dello scorso anno, ci sono squadre più forti e per la Juventus non sarà semplice vincere di nuovo», ha detto a Sky.

DZEKO VALORE AGGIUNTO - Keita accoglie con soddisfazione l'arrivo di un grande centravanti come Edin Dzeko, ma invita i compagni a non adagiarsi troppo nella speranza che sia lui a decidere le partite: «Un errore da non fare è pensare di avere un grande centravanti e perdere il gioco che ci caratterizza. Solo se lavoriamo come una squadra possiamo valorizzzare l'enorme valore aggiunto che può darci Dzeko».

IL CALCIO MI HA DATO TUTTO - A 35 anni, Keita fa un bilancio della propria carriera: «Dal calcio ho avuto tutto. Ero molto povero da bambino, per questo per me è diventato un lavoro che mi ha permesso di manternere la mia famiglia. Però per me il calcio è rispetto e fair play».

Per Approfondire

Commenti