Corriere dello Sport

Roma

Vedi Tutte
Roma

Zanetti su Totti: «Le bandiere non sono ingombranti»

Zanetti su Totti: «Le bandiere non sono ingombranti»

Il vicepresidente dell'Inter: «Francesco merita un finale di carriera felice»

Sullo stesso argomento

 

giovedì 21 aprile 2016 16:02

ROMA - "Qualcuno pensa che le bandiere siano persone ingombranti, in realtà è il contrario. Non vogliamo rubare il posto a nessuno ma contribuire alla crescita della società. Spero che accada anche anche a Totti dopo 23 anni di Roma, Francesco merita un finale di carriera felice".

Javier Zanetti, vicepresidente dell'Inter e ospite nella redazione de Il Giorno per il 60esimo compleanno dello storico giornale di Milano, ha esposto il suo pensiero sul caso-Totti: "Ieri per nostra sfortuna ha fatto vincere la Roma, è uno di quei giocatori in grado di decidere una partita in qualsiasi momento. Io ho un grandissimo rapporto con lui, ci siamo affrontati per tanti anni con ammirazione e rispetto. È un simbolo di Roma".

SPALLETTI, LO DICE ANCHE PJANIC: «TOTTI È LA ROMA!»?

IL SUO ADDIO - Zanetti ha fatto un parallelismo con il suo addio al calcio: "Anche io ci sono passato e l'Inter è stata esemplare con me. Sei mesi prima della fine del campionato ho deciso di smettere e ne ho parlato con la società, insieme abbiamo preparato un percorso per finire al meglio. Persone come Maldini, Del Piero, Totti, come sarà per Buffon quando smetterà, meritano un posto nel loro club. Ma nulla di dovuto. Mi auguro che ci sia buon senso affinché questa bellissima storia tra Totti e la Roma finisca come si deve".

TOTTI DA DELIRIO

Articoli correlati

Commenti