Corriere dello Sport

Roma

Vedi Tutte
Roma

Roma, la macchina del gol va a ritmo scudetto

Roma, la macchina del gol va a ritmo scudetto
© Bartoletti

Dopo cinque giornate le stesse reti del 2000-2001: in quella stagione Capello vinse il campionato...

Sullo stesso argomento

di Guido D'Ubaldo

sabato 24 settembre 2016 08:51

ROMA - La Roma è una macchina da gol. Lo ha confermato mercoledì sera contro il Crotone, vincendo la seconda partita per quattro a zero, dopo quella contro l’Udinese alla prima giornata. Altri due gol li ha realizzati contro il Cagliari, tre alla Samp ed è rimasta a secco solo con la Fiorentina. In totale tredici gol all’attivo e cinque subiti. La squadra di Spalletti è tornata ad avere il miglior attacco del campionato e vanta anche la migliore differenza reti. E nella classifica del 2016 ha gli stessi punti del Napoli, dietro solo alla Juve. L’atteggiamento offensivo del tecnico toscano era chiaro già nella sua prima esperienza romana. Da quando è tornato non ha cambiato filosofia. La Roma è terza in classifica, alla luce dei tre punti buttati via a Cagliari dopo essere stata in vantaggio di due gol e della sconfitta di Firenze, arrivata negli ultimi minuti per un gol realizzato in fuorigioco.

PRIMATO - In questo inizio di stagione in fatto di gol la Roma ha fatto meglio anche della squadra di Garcia che stabilì il record delle dieci vittorie di fila dall’inizio. Ha realizzato un gol in più. Nella sua prima esperienza romana Spalletti non aveva segnato di più: al massimo sono state undici le reti all’attivo alla quinta giornata, nel campionato 2007- 2008. Per ritrovare una Roma così prolifica bisogna andare indietro di sedici anni, alla squadra guidata da Fabio Capello, che vinse il campionato. Lo score, dopo cinque giornate, era identico: tredici gol fatti e cinque subiti. Ma i punti erano dodici, due in più di quelli attuali. Anche in quel campionato c’era stata una sconfitta alla quarta giornata, contro l’Inter a San Siro. E’ quindi la migliore partenza in fatto di gol della Roma, da quando si assegnano tre punti a partita. Il record assoluto appartiene alla squadra giallorossa guidata da Alfredo Foni che nel 1960-61 realizzò sedici gol nelle prime cinque partite di campionato. In quella stagione la Roma finì quinta e conquistò la Coppa delle Fiere. Per trovare un altro precedente di una squadra più prolifica bisogna arrivare al 1930, con quattordici reti realizzate. Il record negativo è del 1974-75: in quella stagione la Roma di Liedholm conquistò il terzo posto, ma alla quinta giornata c’era ancora lo zero nella casella dei gol segnati.

Leggi l’articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Segui le notizie del corrieredellosport.it sul nuovo canale Telegram

 

Articoli correlati

Commenti