Corriere dello Sport

Roma

Vedi Tutte
Roma

Totti-day, il mondo lo celebra. La Roma: «Resta»

Totti-day, il mondo lo celebra. La Roma: «Resta»
© ANSA

Aspettando la domenica del commiato, il Capitano riceve elogi universali. Gandini: «Lo vogliamo qui»

Sullo stesso argomento

di Roberto Maida

martedì 23 maggio 2017 09:37

ROMA - Tutti per Totti, sì. Lo incensano, lo invitano, lo blandiscono ovunque. E’ al centro del mondo, è al centro del calcio. E’ stupefacente notare, ogni giorno di più, la meravigliosa contraddizione: il campione più radicato sul territorio che si ricordi è anche il personaggio più universale che esista. E così si sta muovendo anche la Roma. A cinque giorni dalla serata del sofferto addio, l’amministratore delegato Umberto Gandini ha emesso un segnale conciliante in prospettiva di un futuro comune: «Non sono nella testa di Francesco, quindi rispetto la sua autonomia decisionale. L’auspicio però è che resti con noi, visto che il contratto da dirigente parla chiaro» ha detto a margine della presentazione della partnership con l’agenzia fotografica Lapresse.

In questo senso le possibilità sono concrete, dando per scontato l’addio di Spalletti: Totti non avrebbe mai lavorato con lui, ancorché con un incarico da “superiore”. Ma adesso lo scenario è diverso. E soprattutto in caso di sbarco di Di Francesco, Totti potrebbe accettare di vivere la Roma sotto un altro punto di vista. Andrebbe però definito il nuovo ruolo: Monchi gli ha proposto una posizione iniziale di affiancamento nell’ufficio della direzione sportiva, con compiti di introduzione dei nuovi acquisti, sul quale Totti sta riflettendo. Ma la prospettiva che più lo affascina è la supervisione dello staff tecnico, che gli consenta di non staccarsi completamente dall’atmosfera dello spogliatoio, del campo, dei ritiri.

Leggi l'articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Roma, Di Francesco è il grande favorito per la panchina

Articoli correlati

Commenti