Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Nainggolan: «Le donne mi vogliono e io non sono un angelo»
© ANSA
Roma
0

Nainggolan: «Le donne mi vogliono e io non sono un angelo»

Il centrocampista belga della Roma: «A volte le donne ti sbattono in faccia la loro disponibilità ed è difficile resistere. L'omosessualità nel calcio? Non viene fuori perché altrimenti un giocatore sarebbe finito»

ROMA - «Le donne mi vogliono e spesso ti sbattono in faccia la loro disponibilità». Radja Nainggolan torna a far discutere. Il centrocampista belga, ancora infastidito dalla mancata convocazione per i Mondiali in Russia, ha parlato al programma televisivo Gert Late Night lasciandosi andare ad un racconto della sua vita privata: «Le donne mi fanno delle avances e a volte è difficile rifiutare. Lo so che sono sposato e non sto dicendo di essere un angelo. L'unica cosa importante è che niente deve uscire fuori». Radja ha poi parlato dell'omosessualità nel mondo del calcio: «Ci sono ma non lo rivelano perché si vergognano. Oggi saresti finito in questo mondo, perché il calcio è noto per le belle donne», ha proseguito il centrocampista giallorosso. 

Infine, sul suo futuro: «Se fosse oggi, uscirei dal mondo del calcio. Non voglio fare l’analista o il team manager: per me basta solo uscire da questo mondo».

Vedi tutte le news di Roma

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti