Fonseca:
© LAPRESSE
Roma
0

Fonseca: "Dzeko e Kolarov riposano, gioca Kalinic". Fazio: "Vogliamo vincere l'EL"

Il tecnico giallorosso: "L'infortunio di Mkhitaryan? Già lamentava un fastidio all'adduttore, con questo numero di partite ravvicinate era chiaro che potesse accusare qualche fastidio"

ROMA - La Roma a Graz sfida il Wolsberger per la seconda giornata di Europa League. Per la squadra giallorossa sarà turnover ma moderato, continuando il percorso di crescita tattica e fisica imposto da Paulo Fonseca. Il tecnico portoghese - con al suo fianco Federico Fazio - in conferenza stampa non si è sbilanciato sulla formazione che schiererà in campo domani sera alle 18.55, lasciando dubbi su quali giocatori lascerà in panchina a far riposare. 

Che tipo di avversario si aspetta dopo la vittoria del Wolfsberger in Germania?
"Sarà sicuramente una partita difficile, contro una squadra che ha battuto 4-0 il Borussia. Una squadra di qualità, ho visto la sua partita e il risultato dimostra il valore della squadra, molto temibile in contropiede e solida in difesa".

Kolarov e Dzeko possono riposare?
"Non vi rivelerò se giocheranno o meno, è una possibilità. Può succedere, hanno giocato tutte le partite. Anche loro hanno bisogno di tirare il fiato".

Petrachi rischia una squalifica: la Figc apre un'indagine sul ds

Se domani arrivasse una vittoria, ipotecherebbe il passaggio del turno?
"Come ho sempre detto quello che conta è la prossima partita. Scenderemo in campo pensando alla prossima gara, senza fare troppi calcoli. Penseremo alla partita di domani".

L'infortunio di Mkhitaryan se lo portava dietro da tempo o è un nuovo tipo di problema?
"Già lamentava un fastidio all'adduttore, con questo numero di partite ravvicinate era chiaro che potesse accusare qualche fastidio. Lo avevamo tenuto fuori preventivamente contro l'Atalanta per recuperare e lo aveva fatto, poi contro il Lecce ha avuto questo problema, ma è un normale risentimento".

Come stanno Kalinic e Zappacosta? Possono giocare domani?
"Volete costringermi a rivelare la formazione... Farò una concessione: ho già detto che Kolarov e Dzeko riposeranno quindi giocherà Kalinic. Zappacosta si è allenato con noi negli ultimi giorni, ma non è ancora al meglio per disputare una partita intera".

Roma, ultimo allenamento pre Wolfsberger

Vedendo questa squadra giocare a Monchengladbach sembra che fisicamente dà molto, come l'Atalanta. Domani sarà un'altra prova dura e fisica per la Roma, la formazione e il tipo di gioco di domani rifletteranno questo aspetto?
"È curioso quello che mi chiede perché qualche giorno fa mi avevano detto "Mister giochiamo contro l'Atalanta d'Austria". Anche questa è una squadra fisicamente forte e aggressiva nei duelli, ma non gioca uomo contro uomo a tutto campo, è una squadra reattiva e pressa quando perde palla, presente nei duelli fisici".

Ha già visto una partita del Wolfsberg?
"No, oggigiorno esiste una grandissima quantità di strumenti per visionare gli avversari che spesso non è necessario vedere le partite in diretta".

Smalling è rientrato dopo un infortunio e ha giocato due partite molto buone. A che percentuale è adesso? Vuole creare una coppia fissa o li alternerà, avendo 4 soluzioni?
"La questione dei difensori centrali è simile a quella dei centrocampisti, ma io non ragiono in termini di coppie fisse ma partita per partita, chi è nelle condizioni migliori. Smalling ha giocato le sue prime due partite e si è mostrato già a buon livello ma può migliorare nel posizionamento sulla linea difensiva che gli permetterebbe di giocare ancora meglio".

Vi ha aiutato la prestazione del Wolfsberger a Monchengladbach per non farvi sottovalutare la partita domani?
"Abbiamo visto diverse partite come facciamo abitualmente e abbiamo preparato la nostra strategia in funzione di quello che abbiamo visto. Sono rimasto sorpreso positivamente, il Wolfsberger è stato sottovalutato ma ha dimostrato di essere forte soprattutto in questa vittoria di misura sul Moenchengladbach".

Colloquio Fonseca-Petrachi: il diesse esce dal campo contrariato

CONFERENZA FEDERICO FAZIO 

Gli italiani snobbano spesso l'Europa League, lei l'ha vinta da giocatore a Siviglia. Cosa pensa di questo? Giocare di giovedì è davvero qualcosa che dà fastidio per il campionato?
"Pure in Inghilterra era così sull'Europa League, ma noi l'affrontiamo al massimo per vincerla. Non vogliamo sottovalutare questa competizione, se la vinci vai diretto in Champions, ma ci sono delle grandi squadre. Noi non dobbiamo pensare che siccome siamo la Roma arriviamo fino in fondo automaticamente, dobbiamo pensare partita per partita. Non sottovaluteremo il Wolfsberger, perchè li abbiamo studiati e abbiamo visto che è una grande squadra"

Da quando è arrivato a Roma ha avuto allenatori quasi sempre che praticano calcio offensivo. Cosa ha portato Fonseca in queste ultime settimane per darvi maggior equilibrio difensivo?
"Mi è sempre piaciuto giocare un calcio offensivo, abbiamo la fortuna di avere Fonseca. Siamo una squadra equilibrata e compatta, pensiamo a vincere, solamente a questo. Stiamo creando la nostra identità e la nostra mentalità, pensando di vincere ogni partita, senza pensare troppo a quello che accadrà dopo"

Ha giocato tanti anni con Manolas, come cambia il suo modo di giocare con Smalling piuttosto che con Mancini?
"No giochiamo da squadra, al di là di avere un compagno diverso al fianco, noi dobbiamo fare il nostro mestiere giocando con qualunque compagno. Dobbiamo difendere e attaccare in undici, non cambia chi sia il compagno di reparto"

Gioca con una ritrovata serenità, cosa le è accaduto l'anno scorso?
"Penso che lo scorso anno ha fatto fatica tutta la squadra, è stata un'annata sbagliata, siamo stati spesso indietro a tutti, ho fatica come altri compagni. Lo scorso anno non è andata come volevamo. Quest'anno sembra diverso per fortuna, vedo totalmente un'aria e una squadra diversa"

Florenzi, gara di scatti con Jesus e Dzeko: "Ve magno!"

Tutte le notizie di Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti