Roma, soluzione contro gli infortuni: sconsacrata la chiesa e benedetta Trigoria

Il club giallorosso dopo aver rifatto i campi e aver modernizzato le strutture di allenamento ha deciso di tentare anche la soluzione religiosa.

ROMA - La Roma sta provando in tutti i modi a fermare i tanti infortuni muscolari che la hanno colpita nell'ultimo anno e mezzo. In questo inizio di stagione Fonseca è stato costretto a perdere quasi metà della rosa per i tanti stop in allenamento o nei pre partita, una situazione che ha costretto il club a prendere diverse misure precauzionali. Dopo aver rifatto i campi, la dirigenza ha deciso di provare anche la soluzione 'spirituale': prima della gara contro il Milan del 27 ottobre scorso, la Roma ha invitato Mons. Rino Fisichella che ha provveduto alla benedizione del centro sportivo di Trigoria, e alla sconsacrazione della cappella del centro sportivo. 

Cristante, il giorno decisivo: oggi il consulto con il prof. Orava sull'infortunio

La chiesetta era stata costruita nel 2005 su volontà di Franco e Maria Sensi, ma negli ultimi anni era stata trasformata in un magazzino contiguo con il media center del club. Il tutto senza aver effettuato alcuna pratica per sconsacrarla. Ci ha pensato una volta per tutte il monsignor Fisichella il 25 ottobre scorso, dopo aver benedetto i campi di Trigoria. Sarà un caso, ma da quel momento la Roma non ha più perso nessuno per infortunio e ha vinto le ultime tre partite di campionato. 

"Studia, prega, ama": così Mancini ha trovato il suo equilibrio perfetto

La Roma vola con Zaniolo e Veretout. Milik non basta al Napoli
Guarda la gallery
La Roma vola con Zaniolo e Veretout. Milik non basta al Napoli

Commenti