Roma
0

Roma, Pau Lopez supera Olsen. Il Betis lo rimpiange, lui punta l'Europeo

Il portiere spagnolo ha il rendimento migliore dello svedese: con le prestazioni in giallorosso punta a entrare tra i convocati di Luis Enrique per il torneo del prossimo anno

Roma, Pau Lopez supera Olsen. Il Betis lo rimpiange, lui punta l'Europeo
© LAPRESSE

ROMA - Il brutto errore nel derby non può essere l'immagine di copertina della stagione di Pau Lopez. Ecco perché il giorno dopo l'uscita sbagliata che aveva portato il pari dei biancocelesti tutti i suoi compagni di squadra lo avevano rincuorato spronandolo a continuare il suo lavoro al massimo come sempre fatto. Savorani non aveva neanche dovuto incoraggiarlo più di tanto, lo spagnolo aveva immediatamente rimesso i guantoni senza perdere la fiducia nei propri mezzi. Perché oltre a difendere la porta della Roma, Pau Lopez è spinto da un altro obiettivo che si sta piano piano concretizzando: entrare stabile nel giro della nazionale spagnola. Lo scorso 16 novembgre grazie alle prestazioni con la Roma l'allora ct Moreno lo aveva fatto esordire con la maglia delle Furie Rosse, cinque giorni fa invece Luis Enrique lo avrebbe convocato per le gare contro Germania e Olanda in programma domani e domenica. Il Coronavirus ha bloccato tutto, rinviando l'Europeo al prossimo anno. Non tutto il male viene per nuocere, almeno per il portiere della Roma che avrà un'altra stagione per confermarsi nelle gerarchie della nuova nazionale e battere quindi la concorrenza di giovani e senatori come Asenjo, Unai Simón e Pacheco che aspirano a un posto nella rosa di Luis Enrique. 

Smalling, la Roma spera ancora

Dzeko in isolamento rivive la sua vittoria in Premier League

Il posto all'Europeo dovrà meritarselo con le prestazioni nella Roma, fin qui positive alla sua prima stagione in Italia. Pau Lopez sta lavorando molto con Savorani per migliorare la tecnica e il gioco con i piedi che non sempre riesce, soprattutto nei lanci lunghi, ma che comunque gli ha garantito fin qui un 76,3% di passaggi riusciti. Media voto sopra la sufficienza, e statistiche che ribadiscono come l'investimento estivo (23,5 milioni, il portiere più caro della storia della Roma) abbia sicuramente migliorato la situazione rispetto all'anno precedente: con nove clean sheet totali in ventisei partite, Pau Lopez ha già 'battuto' il rendimento di Olsen, fermo lo scorso anno a otto. A differenza dello svedese, Pau potrà migliorare il suo record con le altre dodici partite di campionato (più due di Europa League) che si dovrebbero giocare una volta passata l'emergenza Coronavirus. Sicurezza per la Roma, rimpianto per il Betis Siviglia: il club che sette mesi fa lo ha ceduto alla Roma ("Era lui che ha chiesto di andare", ha assicurato il diesse della squadra andalusa) sta cercando un altro portiere per la prossima stagione: Joel Robles non sta dando le sicurezza sperate, quelle che dava Pau Lopez

Florenzi, il futuro è un rebus

Smaling, la Roma spera nel riscatto

Tutte le notizie di Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti