Roma
0

Perez: "Diciassette giorni senza uscire: ecco la mia quarantena a Roma"

L'attaccante è arrivato a gennaio dal Barcellona: "Voglio dimostrare di essere un grande giocatore e lo voglio fare con la maglia giallorossa"

Perez:
© LAPRESSE

ROMA - “Sono 17 giorni che non esco di casa, nemmeno per fare la spesa, perché pensa a tutto il club”. Carles Perez è rassicurato dagli sforzi della Roma per evitare al massimo i contatti durante l'emergenza Coronavirus. Lo spagnolo vive nella sua villa con giardino, si allena e si diverte aspettando di uscire dalla crisi: "In Italia la situazione è difficile e si deve rimanere a casa - le parole dello spagnolo a Cadena Cope -. Sono da solo, ogni tanto gioco alla Playstation e resto in contatto con amici e familiari, mi mancano molto. Mio padre doveva venire qui prima che iniziasse questo problema ma alla fine è rimasto in Spagna. Il club ci ha detto che il 4 aprile è il termine dato per poter uscire e spero davvero che per maggio tutto possa tornare alla normalità e si torni a giocare”.

Fonseca: "Esco solo per fare la spesa. Monitoro dei giocatori per il futuro"

Quando tutto finirà ogni giocatore sarà costretto a un paio di settimane di allenamento per recuperare la forma: “Mi alleno un paio di ore la mattina e un paio di ore il pomeriggio, una volta ho usato anche la piscina ma l’acqua è ancora fredda…”. Il futuro è la Roma:“Mi sono sempre chiesto se andare via dal Barcellona sarebbe stato facile o difficile. Adesso posso dire che venire alla Roma è stata la scelta giusta. Sono davvero molto felice per il clima, per la gente che ho trovato e per il club. Voglio dimostrare di essere un grande giocatore e lo voglio fare con la maglia della Roma. Hanno già riscattato il mio cartellino, ho quattro anni di contratto e spero di fare bene. Clausola? Non so ma spero che sia alta…". 

"Roma, Fonseca vuole Tiquinho Soares del Porto"

Mkhitaryan vuole restare alla Roma

Tutte le notizie di Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti