Roma
0

Carles Perez: “La Roma può davvero vincere l'Europa League”

Lo spagnolo è convinto della forza della squadra e guarda anche al futuro: “Spero di restare giallorosso ancora a lungo, Fonseca mi ha subito dato fiducia”

Carles Perez: “La Roma può davvero vincere l'Europa League”
© LAPRESSE

"Credo fortemente che la Roma possa vincere l'Europa League, è una squadra in grado di raggiungere questo obiettivo". Ai microfoni di Sky Sport Carles Perez fissa gli obiettivi del club giallorosso in vista della ripresa. "Sia io sia i miei compagni non vedevamo l'ora di ricominciare - le parole dello spagnolo - Siamo felici che adesso ci sia una data, il 20 giugno, per questa ripartenza che ci rende tutti felici e che credo renda felici tutte le persone, in generale, che si auguravano questo nuovo inizio del calcio e del campionato italiano. Stiamo lavorando molto per entrare in forma e farci trovare pronti. Siamo tutti determinati a ripartire forte, convinti di poter raggiungere il traguardo del quarto posto". Lo spagnolo guarda anche al futuro: "Mi trovo benissimo e ho ricevuto molto affetto dalla gente. Mi auguro di restare ancora a lungo qui, di segnare molti gol e fare molti assist. Ma alla fine conteranno i risultati e le vittorie della squadra".

"Anche la Roma in corsa per Arias dell'Atletico Madrid"

Perez: “Fonseca mi ha subito dato fiducia”

Pur sbarcando da un club glorioso come il Barça, Perez assicura che "le motivazioni sono sempre le stesse: quelle di migliorare e di imparare tutti i giorni. Arrivo dal calcio spagnolo, che è un po' diverso da quello italiano, quindi sto cercando di imparare lo stile di gioco della nuova squadra e soprattutto di imparare dai miei compagni più esperti". Su Messi: “È una persona speciale, molto affettuosa, in particolare con i ragazzi del vivaio. È chiaro che prima di giocare al Camp Nou, o di esordire con la prima squadra, ci sia un po' di nervosismo. Lui è sempre il primo nel cercare di rasserenarti: che questo comportamento arrivi da quello che considero, non solo io, il miglior giocatore al mondo, è molto importante". Infine su Fonseca: “Il mister mi ha dato subito fiducia dall'inizio. Questo per me è molto bello e positivo. Al Barcellona ero abituato a giocare largo, qui mi chiede di giocare più all'interno. Mi sta insegnando i movimenti e quando inserirmi al momento giusto".

Tutte le notizie di Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti