Roma
0

Roma, Fonseca: "Ora testa al Siviglia. Zaniolo? Bene, ma non può giocare molto"

Le parole del tecnico giallorosso al termine del match vinto contro la Juventus

Roma, Fonseca:
© LAPRESSE

ROMA - La Roma chiude il campionato con una vittoria. I giallorossi questa sera hanno espugnato per la prima volta l'Allianz Stadium battendo la Juventus 3 a 1 grazie alla rete di Kalinic e alla doppietta di Diego Perotti. Tre punti ininfluenti per la classifica, ma una vittoria che dà morale alla Roma in vista della sfida di Europa League contro il Siviglia. Al termine del match il tecnico Fonseca è intervenuto ai microfoni delle emittenti televisive: "Mi devo complimentare con la Juventus, ha vinto la squadra che è stata meglio nel corso della stagione. Hanno meritato di vincere il campionato", le sue parole a Sky. "La squadra ha giocato con ambizione. Abbiamo cambiato molti giocatori pensando al Siviglia, adesso dobbiamo preparare la gara di Europa League che sarà molto difficile".

Roma, paura Pedro: infortunio alla spalla, i medici costretti a utilizzare il respiratore 

È tornato Zaniolo titolare.
"Ha giocato bene, ma come abbiamo visto non può giocare una gara intera. Ma ha giocato molto bene". 

La decisione di giocare a cinque è un accordo con i giocatori?
"È una mia scelta. Non ho parlato con i giocatori del modulo. Dopo tre sconfitte ho pensato di cambiare, per essere più sicuri in difesa". 

Mancini, l'incubo vissuto con la moglie: "Nostra figlia prematura, morti dentro per due settimane"

Queste le parole di Fonseca a Roma Tv.

Si chiude in bellezza ma, come dice lei, non è successo niente.
"Questa vittoria non cambia niente, dobbiamo pensare al Siviglia".

Negli ultimi nove anni, solo cinque squadre erano riuscite a vincere allo Stadium. È comunque una vittoria importante.
"Una squadra ambiziosa deve sempre giocare per vincere, anche se non conta per la classifica. Oggi l’abbiamo fatto. Le due squadre hanno cambiato molti giocatori, ma la partita è stata molto seria".

La Roma è cambiata nell’ultimo periodo, è più aggressiva e non ha paura di andare sotto nel punteggio.
"La squadra è in un buon momento, abbiamo iniziato la partita in svantaggio e non era facile. Siamo riusciti a rimontare perché siamo in fiducia e aggressivi".

Villar ha dimostrato grandi qualità nella gestione del pallone. Quanto è importante nella fase di costruzione?
"Villar è un giovane, non dobbiamo dimenticare che giocava nella Serie B spagnolo fino a poco fa. Crediamo molto in lui, oggi ha fatto una partita fantastica. È giovane ma molto coraggioso".

Questa partita può cambiare qualcosa nelle sue scelte per il Siviglia?
"È sempre positivo quando calciatori poco utilizzati danno queste risposte. Ho qualche dubbio di formazione per il Siviglia, dobbiamo vedere come stanno Pellegrini, Zaniolo e gli altri giocatori".

Oggi voleva delle risposte dai giocatori che hanno giocato di meno e le ha ricevute. Tirando le somme al campionato, ha dei piccoli rimpianti?
"Sicuramente sì, noi dobbiamo migliorare. Con la continuità potremo farlo".

Da Florenzi a Karsdorp e Olsen: la Roma dei prestiti si allena a Trigoria

Tutte le notizie di Roma

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti