Petrachi-Roma, prima udienza per il maxi risarcimento: i retroscena

L'ex direttore sportivo giallorosso oggi al Tribunale del Lavoro per la prima udienza dopo il licenziamento dal club giallorosso
Petrachi-Roma, prima udienza per il maxi risarcimento: i retroscena
Jacopo Aliprandi

ROMA - Prima udienza al Tribunale del Lavoro per Gianluca Petrachi, pronto a chiedere un maxi risarcimento alla Roma per il suo licenziamento dello scorso 3 luglio. Il diesse salentino è arrivato questo pomeriggio a via Giulio Cesare per essere ascoltato in merito alla causa intentata nei confronti della sua ex società. Nella prima udienza le parti hanno mantenuto le rispettive posizioni: la Roma ha addebitato a Petrachi alcune condotte legate alla gestione dell’area sportiva durante il lockdown, contestandogli inoltre un comportamento offensivo nei confronti del presidente Pallotta. Dall’altra parte invece Petrachi ha avanzato il ricorso per ottenere un risarcimento per danni per circa 5 milioni di euro, pari allo stipendio (lordo) che il salentino avrebbe dovuto percepire fino al 30 giugno 2022. 

Nell'udienza a porte chiuse presieduta dal giudice Paolo Mormile erano presenti gli avvocati dello studio Tonucci in rappresentanza della Roma, gli avvocati Paolo Rodella, Sara Agostini e Filippo Aiello in rappresentanza invece di Petrachi. Il giudice in udienza ha esperito un tentativo di conciliazione obbligatoria tra le parti che si riaggiorneranno a fine novembre. 

Roma, Fonseca: "Covid, sono preoccupato per la sosta delle nazionali"

Petrachi al Tribunale del Lavoro per l'udienza contro la Roma
Guarda il video
Petrachi al Tribunale del Lavoro per l'udienza contro la Roma

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti