Roma, il Covid rallenta Zaniolo: serve Fink per la seconda fase del recupero

La pandemia ha fatto slittare il primo controllo al ginocchio. Il professore che lo ha operato volerà nella Capitale entro la fine di novembre per dare l'ok al secondo step della riabilitazione
Roma, il Covid rallenta Zaniolo: serve Fink per la seconda fase del recupero© LAPRESSE
Jacopo Aliprandi

ROMA - Il primo controllo al ginocchio è slittato di qualche settimana per l'emergenza Covid, ma a Trigoria non possono essere che essere felici della condizione di Nicolò Zaniolo. Perchè il recupero del ginocchio dopo l'intervento al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro sta procedendo benissimo e il ragazzo è più carico che mai. Step by step Nicolò sta continuando il processo di riabillitazione a Trigoria, seguito costantemente dai medici e fisioterapisti del club, ma anche monitorato dalla clinica Hochrum di Innsbruck. 

Roma, la rivincita di Ibanez: titolare, uomo dei recuperi e presto anche papà

Il dottor Fink visiterà Zaniolo

Il dottor Christian Fink, specialista della chirurgia del ginocchio che ha operato il ragazzo lo scorso 13 settembre, entro la fine del mese volerà nella Capitale per il controllo del ginocchio. Una visita necessaria e attesa da Zaniolo per passare alla fase successiva della riabilitazione, quella che riguarda il potenziamento. Senza il via libera di Fink il trequartista giallorosso sta continuando con i fisioterapisti di Trigoria il normare programma di riabilitazione del ginocchio, che comunque ha dato segnali molto positivi. Coronavirus permettendo, nelle prossime settimane Fink sarà a Trigoria per visionare Zaniolo e dargli l'ok per andare avanti nel recupero. 

Roma, inaugurato il murales al Tufello per Gigi Proietti. Presente Fienga
Guarda il video
Roma, inaugurato il murales al Tufello per Gigi Proietti. Presente Fienga

Commenti