Bologna-Roma, Mirante e Pau Lopez vogliono giocare a tutti i costi. Ecco il motivo

Il portiere trentasettenne ha avuto un problema al dito ma sta tentando il recupero. Anche lo spagnolo vuole esserci: ecco perché
Bologna-Roma, Mirante e Pau Lopez vogliono giocare a tutti i costi. Ecco il motivo
Jacopo Aliprandi

ROMA - Pau Lopez scalda i guanti, ansioso di scendere in campo al Dall'Ara, ma Mirante non si dà per vinto e spera di riuscire a recuperare. Entrambi i portieri per diversi motivi vogliono giocare domenica 13 dicembre nella sfida contro il Bologna: Fonseca nelle prossime ore deciderà chi impiegare. 

Tutte le notizie sulla Roma

Il preparatore Savorani è soddisfatto del lavoro svolto dai due portieri in allenamento, soprattutto dei passi avanti di Pau Lopez, tecnicamente ma soprattutto mentalmente. Lo spagnolo aveva cominciato bene la scorsa stagione, poi da gennaio è arrivato l’errore nel derby, il lockdown e quell’infortunio al polso che lo ha tenuto lontano dal campo per quasi due mesi distruggendolo psicologicamente. Al suo ritorno non era più lo stesso portiere di prima. Il lavoro dello staff di Fonseca è stato soprattutto mentale, e fin qui ha dato i suoi frutti. Al contrario, uno dei punti di forza di Mirante è proprio la sicurezza tra i pali, la stessa che trasmette anche alla squadra. Proprio per questo i suoi compagni dopo la sconfitta col Napoli lo hanno incoraggiato senza addossargli colpe, anche perché in altre partite è stato proprio lui a salvare la situazione. Tra Mirante e Pau Lopez c’è naturalmente una sana rivalità, ma anche un rapporto di stima e d’aiuto reciproco in allenamento per crescere e migliorare. E Fonseca non può che essere soddisfatto di questo legame: i due estremi difensori sono visti dal portoghese allo stesso modo, nello spogliatoio esiste una gerarchia che vede Mirante sopra Pau Lopez, ma che può cambiare in qualsiasi momento.

Roma, ecco le possibili avversarie della Roma in Europa League

Mirante e Pau Lopez, ecco perché voglio giocare col Bologna

Soprattutto adesso, visto che il trentasettenne ha avuto un problema al dito che lo ha costretto anche al forfait in Europa League. Non avrebbe comunque giocato contro il Cska, ma l'infortunio lo mette in serio dubbio per la sfida contro la squadra di Mihajlovic. Entrambi i portieri vorrebbero giocare la sfida di domenica 13 dicembre: Mirante perché affronterebbe per la prima volta con la Roma la sua ex squadra nella quale ha giocato tre stagioni prima di trasferirsi nella Capitale, Pau Lopez invece perché scenderebbe in campo il giorno del suo ventiseiesimo compleanno, esprimendo così il desiderio di lasciarsi tutti i problemi alle spalle. Insomma, sia Mirante che Pau Lopez sono motivati a far bene nelle prossime partite per conquistarsi una maglia da titolare in campionato, la rivalità tra i pali non può che far bene ai due portieri. 

Roma, Fonseca: "Non dobbiamo commettere quegli errori. Contento dei ragazzi"

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti