Roma, Mkhitaryan c'è sempre. E che feeling con Mourinho!

Tra la scorsa stagione e l’inizio di questa è il giocatore giallorosso che ha inciso di più: 16 reti e 15 assist (comprese le coppe)
Mkhitaryan 6 - Lo vedi lontano dalla partita per un tempo e pensi: ora Mourinho lo toglie. Ma la giocata del campione arriva, prima o poi. L’assist del secondo gol è un gioiello.© ANSA
1 min
Guido D'Ubaldo

Henrikh Mkhitaryan c'è sempre. Tra la scorsa stagione e l'inizio di questa è il giocatore che ha inciso di più, con sedici gol e quindici assist. L’armeno ha ritrovato il feeling con Mourinho, dopo l’esperienza poco felice al Manchester United. La permanenza nei Reds non era stata positiva. Dopo tre stagioni ad alti livelli al Borussia Dortmund e prima di passare all’Arsenal, all’Old Trafford è rimasto solo un anno e mezzo, collezionando 63 presenze e 13 gol, dei quali il più importante è stato quello realizzato contro l’Ajax nella fi nale di Europa League vinta nel 2017. È uno dei pochi romanisti in rosa ad aver conquistato qualche trofeo importante. [,,,]

FEELING CON MOU - Mkhitaryan ci ha pensato un po’ prima di rinnovare il contratto con la Roma. Aveva avuto altre off erte e poteva essere padrone del suo destino. La trattativa non è stata facile e si è risolta solo dopo che l’attaccante ha chiarito con Mourinho, avendo ricevuto attestati di stima inequivocabili. Che si sono concretizzati con un posto da titolare indiscusso, che lascia El Shaarawy nel ruolo di riserva. Oggi Henrikh è uno dei beniamini dei tifosi che sono tornati allo stadio. 

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport – Stadio


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati all'offerta Black Friday

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti