Mkhitaryan, l’Inter non preoccupa la Roma: Tiago Pinto ha una certezza

A soli due giorni dalla finale di Conference League, il general manager giallorosso è convinto della volontà dell’armeno di voler restare a Trigoria
Mkhitaryan 5 Completamente fuori partita. Non azzecca quasi niente, cross inclusi. E’ un altro di quelli stanchi: forse doveva essere sostituito.© AS Roma via Getty Images
4 min
Jacopo Aliprandi
TagsMkhitaryan

ROMA - Il tempo sta scadendo, la clessidra sta esaurendo gli ultimi granelli di sabbia e la Roma adesso è a soli due giorni dalla finale di Conference League contro il Feyenoord. La sfida è talmente vicina che per gli uomini di Mourinho queste ultime ore di attesa sembrano volare, ancora due allenamenti e la squadra si giocherà la prima finale europea a distanza di trentuno anni. Oggi il vero ultimo allenamento prima della rifinitura di domani e la partenza per Tirana. Ansia e adrenalina stanno assalendo i tifosi romanisti, tanta voglia di vincere invece per i giocatori e per Mouirinho che sta preparando la sfida su ogni dettaglio, sia per gli accorgimenti tattici sia per l’aspetto mentale. Allenamenti atletici più leggeri, ma tanto lavoro sulla testa di quei giocatori che non hanno mai giocato partite così importanti. Ecco perché lo Special One spera di avere a disposizione per la finale Henrik Mkhitaryan, importante sia per l’aspetto tecnico sia per l’esperienza che può trasmettere ai più giovani. Il centrocampista armeno ieri è tornato a correre, seppur individualmente, e oggi spera di poter svolgere buona parte di allenamento con il gruppo.

Mourinho: "Mkhitaryan in dubbio per la finale. Zaniolo verso l’ok"
Guarda il video
Mourinho: "Mkhitaryan in dubbio per la finale. Zaniolo verso l’ok"

Roma, le condizioni di Mkhitaryan

Sta lavorando al massimo per recuperare definitivamente dalla lesione al flessore che lo ha tenuto fermo dalla semifinale di andata contro il Leicester: anche quando i suoi compagni di squadra riposavano, lui era a Trigoria per una o più sessioni di fisioterapia o allenamento individuale. Perché il primo a non volersi perdere la finale è Mkhitaryan, lui che già una volta era stato costretto a saltarne una non per infortunio ma per motivi politici (2018, Baku). Vuole giocare, vuole vincere il suo secondo trofeo europeo e chiudere al meglio una stagione che lo ha visto protagonista. Mkhitaryan sicuramente partirà con la squadra, nelle prossime ore lo staff di Mourinho capirà se sarà in grado di giocare titolare (senza però i novanta minuti nelle gambe) o di entrare a gara in corso. Per essere utile anche in caso di supplementari e calci di rigore. Oppure non servire affatto e godersi la vittoria dalla panchina per poi festeggiare con i compagni di squadra il trofeo e poi il rinnovo. Mkhitaryan una volta terminata la stagione chiuderà il discorso con Tiago Pinto e firmerà il contratto: le manovre dell’Inter non preoccupano il general manager giallorosso che è convinto della volontà dell’armeno di voler restare a Trigoria. Il biennale è stato messo sul piatto, Mkhitaryan ha la penna nella giacca e aspetta la prossima settimana per estrarla dal taschino.  

Mourinho, la formazione anti Feyenoord

Mourinho per la finale può tirare un sospiro di sollievo per gli altri giocatori che fino a qualche giorno fa erano in dubbio e che invece hanno dato un’ottima risposta in allenamento e poi a Torino. Nessun problema per Zaniolo, Karsdorp e Smalling, tutti e tre i giocatori sono recuperati e scenderanno in campo contro il Feyenoord. In difesa il centrale inglese sarà affiancato da Mancini e Ibañez, sulle fasce Karsdorp a destra mentre Zalewski è in vantaggio su Spinazzola che ha dato ottimi segnali di ripresa anche a Torino. L’unico dubbio è legato a Mkhitaryan: se dovesse riuscire a scendere in campo dal primo minuto prenderebbe il posto di Zaniolo per affiancare Pellegrini alle spalle di Tammy Abraham. Gli ultimi due allenamenti saranno decisivi per impostare le ultime strategie sulla finale. 

Roma allo sprint finale: Mourinho si confronta
Guarda la gallery
Roma allo sprint finale: Mourinho si confronta

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti