Calciomercato Roma, Veretout prova a fare la pace ma ora è tardi 

Chiari segnali del francese dopo tanti attriti: "Nella Capitale sono felice e voglio fare il massimo per questa squadra". Il club però punta a cederlo
Calciomercato Roma, Veretout prova a fare la pace ma ora è tardi © LAPRESSE
3 min
Jacopo Aliprandi

ROMA - Ha giocato, ha alzato la coppa e poi ha anche festeggiato. Adesso però è tempo di pensare al futuro, e quello al momento è ancora un punto interrogativo. Sono giorni importanti per Jordan Veretout, reduce dalla vittoria con la Roma della Conference League ma anche al bivio della sua carriera. Il francese ha vissuto una stagione tutt’altro che esaltate, tra lo scarso minutaggio riservatogli da Mourinho, i problemi con il suo ex agente e la tensione per il rinnovo del contratto che pretendeva a cifre impossibili. Lo strappo tra la Roma e Veretout risale allo scorso novembre: Tiago Pinto si era detto disposto a onorare una promessa precedente alla sua gestione prolungando l’accordo in scadenza 2024 a una cifra sui 3,5 milioni netti a stagione, ma Veretout, secondo quanto emerge dalle parti, aveva interrotto ogni trattativa su quelle basi ritenendo di meritare 6 milioni. Rottura definitiva tra le parti, Veretout ha continuato a rimanere in panchina senza però venire escluso del tutto da Mourinho per il buon senso del tecnico che ha preferito ricucire il rapporto per non creare tensioni nel gruppo.

I segnali di Veretout

Il francese nell’ultimo periodo è anche tornato a giocare, e lo ha fatto a buoni livelli. Minutaggio dovuto sia all’infortunio di Mkhitaryan sia al turnover di Mourinho in vista della finale, poi una ventina di minuti contro il Feyenoord contribuendo alla vittoria finale. «Ho fiducia nelle mie qualità, ho iniziato bene poi ho giocato meno bene - ha ammesso dopo la finale -. Voglio fare il massimo per questo club, la Roma è una grande società e sono felice di portare la coppa a Roma. Qui sono molto felice». Segnali di disgelo verso il club, quasi un “mea culpa” per un atteggiamento non troppo rispettoso nei confronti della società e della squadra. Veretout lancia messaggi di pace, ma adesso è troppo tardi per essere raccolti dalla Roma e da Mourinho.

Verso la cessione

Il tecnico lo ha impiegato perché con poche alternative in mezzo al campo e difficilmente Tiago Pinto dopo i trascorsi invernali deciderà di tenerlo. Anzi, il general manager insieme a intermediari sta lavorando per trovare una squadra per il francese. Il Newcastle era interessato a gennaio ma senza avanzare una offerta ufficiale, anche il Napoli continua a seguire la sua situazione magari puntando a uno sconto proprio per la volontà del club giallorosso di liberarsene. Tiago Pinto però non vuole regalarlo, e la vittoria della Conference League potrebbe anche aiutarlo a cederlo per una cifra adeguata. Veretout ha le valigie in mano, ha chiuso il suo ciclo alla Roma con un trofeo ma probabilmente con qualche rimpianto per come è andata la sua ultima stagione In giallorosso.

Lo striscione di Cristante e la linguaccia di Spinazzola: le FOTO più curiose della festa Roma
Guarda la gallery
Lo striscione di Cristante e la linguaccia di Spinazzola: le FOTO più curiose della festa Roma

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti