Roma, 22 punti in 10 gare: Mou corre al passo di Spalletti

La squadra guidata dal portoghese viaggia alla media di quella guidata dal toscano nel 2017: fu l’anno del record
Roma, 22 punti in 10 gare: Mou corre al passo di Spalletti© Getty Images
3 min
Roberto Maida

La sua Roma sta viaggiando al ritmo Spalletti. Con il rendimento delle prime 10 giornate, José Mourinho ha eguagliato l’inizio del miglior campionato della storia della Roma in termini di raccolto: quella squadra, nel 2016/17, concluse con il record di 87 punti, davanti al Napoli di Sarri e dietro all’imprendibile Juventus di Allegri. La allenava appunto Spalletti, prossimo avversario all’Olimpico sulla panchina del Napoli, in una stagione che viene ricordata soprattutto per il tormentato addio di Totti al calcio.

Roma al lavoro a Trigoria, Mourinho prepara la sfida con il Napoli
Guarda la gallery
Roma al lavoro a Trigoria, Mourinho prepara la sfida con il Napoli

La serie

E’ difficile paragonare la Roma di oggi, in cui l’unico punto di contatto è rappresentato dalla presenza di El Shaarawy, al gruppo di campioni che cinque anni fa era stato allestito per vincere lo scudetto. Ma è utile confrontare i percorsi per studiare le prospettive del Mourinho-bis. Quando la Roma ha vinto sette delle prime dieci partite di campionato, nell’era dei tre punti per vittoria è sempre arrivata almeno terza. Oggi è quarta, con 4 punti in più del 2021, ma attaccata al treno delle battistrada: se reggerà la media di 2,2 punti a partita, potrà davvero raggiungere l’obiettivo Champions perché alla trentottesima giornata potrebbe contare su una dote di 83-84 punti. In questo senso l’allenatore, che in Serie A viaggia a 2,02 punti di media, dovrebbe costituire una garanzia.

Sortilegi

Ma questa stagione, divisa tra apertura e clausura a causa del mondiale autunnale, sfugge a ogni valutazione statistica. Per questo Mourinho giura «di non guardare la classifica, in cui la Roma sta davanti a squadre che per potere, rose e investimenti dovrebbero arrivare davanti a fine stagione». Gli interessa solo il presente, cioè fermare il Napoli, come gli è riuscito due volte su due lo scorso anno. Dalla sua ha la tradizione favorevole contro Spalletti, che non l’ha mai battuto. Ma la Roma, che non vince quattro partite di fila dall’agosto del 2020, deve cancellare una serie negativa: non ha mai vinto all’Olimpico contro una delle prime quattro della classifica negli ultimi 12 precedenti e contro il Napoli in campionato si è imposta solo una volta nelle 8 partite più recenti. Successe il 2 novembre 2019, quando Zaniolo segnò il suo ultimo gol in Serie A nel giardino di casa.

Disciplina

Lo scorso anno, dopo il divertente scambio di battute televisivo in cui Mourinho chiamò il collega Spallettone, furono espulsi entrambi nello 0-0 dell’Olimpico dall’arbitro Massa. Nessuno dei due insomma tornò a casa contento ma il risultato piacque alla Roma, perché frenò la serie di otto vittorie su otto del Napoli nelle precedenti giornate di campionato. Stavolta Mourinho si trova davanti a una sfida analoga, perché Spalletti viene da dieci vittorie di fila tra Serie A e Champions League. Ma i Friedkin lo hanno assunto proprio per andare oltre il limite.

Roma, Dybala punta il Qatar: ecco come sta!
Guarda il video
Roma, Dybala punta il Qatar: ecco come sta!


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti