“Totti e Noemi, eleganti e discreti. Cosa mi ha colpito”

Lina Sotis, giornalista esperta di moda e costume, commenta la prima uscita ufficiale della coppia: "Non c'era niente di esagerato"
3 min
Chiara Zucchelli
TagsTottiNoemiDubai

ROMA - Giornalista, esperta di moda e di costume, negli anni Lina Sotis ha visto, davvero, centinaia di red carpet. Non li ha mai amati particolarmente «perché mi piacevano quelli poco red, per così dire, le cose spontanee e di classe, mentre in alcune occasioni la classe non c’era proprio». Alla fine, però, in un modo o nell’altro, li ha sempre osservati. Non appena, al telefono, sente la parola Totti dice: «Che noia» perché pensa le verrà chiesto un commento sulla separazione da Ilary Blasi. Quando, invece, l’argomento si sposta sulla prima uscita ufficiale della coppia formata da Francesco e Noemi Bocchi allora il tono cambia. Anche perché non si tratta di commentare il gossip, le borse, gli orologi e le discussioni tra due ex coniugi, ma si tratta di costume e moda, temi che a Lina Sotis interessano decisamente di più. E che racconta da una vita, sempre con eleganza e passione, senza voler strafare e senza entrare troppo nel privato delle persone e delle loro famiglie. 

Le sono piaciuti Totti e Noemi al debutto ufficiale?

«Lui molto elegante, classico. Lei molto adeguata al contesto: elegante e discreta».

Hanno scelto Dubai per la prima uscita pubblica.

«Hanno fatto bene. Luogo pubblico ma lontano dalla folla, dal caos, scelta che sa un po’ di esotico ma io credo azzeccata». 

Per Noemi non deve essere stato facile, nell’ultimo anno la sua vita è stata stravolta.

«Ha preso la sua decisione, è una donna adulta, non una ragazzina. Non è semplice pensare che Dubai sia un posto elegante, ma lo è diventato grazie a lei».

Quindi look approvato?

«Abito nero, capelli sciolti: raffinata. Lo scollo c’era, lo spacco anche, ma non era niente di esagerato». 

YSL le piace?

«Quando mi piacevano i grandi marchi sì, tantissimo. Adesso la moda è cambiata molto, ma in assoluto è un brand che apprezzo, questo non posso negarlo». 

Per la prima uscita, tra l’altro, hanno scelto il mondo del calcio.

«Credo che tutto sia stato pensato e ragionato. Ha voluto essere per la prima volta accanto al compagno a Dubai, un luogo che in fondo può anche ignorare, sei uno dei tanti. Lei invece è emersa, anche se io credo che le regole della buona creanza siano quelle per cui essere discrete per i primi 2-3 anni. Il che non vuol dire non esserci, sia chiaro». 

Profilo privato, non ha mai rilasciato interviste, infatti.

«Magari lo farà, sono affari suoi. A volte si seccherà per alcune cose che non le andranno a genio, ma penso che più semplice sia più semplice sarà la sua vita. Non è un consiglio, ma un dato di fatto». 

Di certo ci sono coppie destinate a essere sempre sotto i riflettori.

«Ma uno può scegliere in che modo starci e che tipo di notorietà avere. Non entro nelle scelte del passato, ma limitandomi solo a questa di Dubai credo che sia stata indovinata». 

Secondo lei perché certi argomenti, a distanza di anni, interessano sempre?

«Non lo so, forse perché a molti piace farsi i fatti degli altri».

Totti e Noemi, prima uscita ufficiale ai Dubai Soccers Awards
Guarda la gallery
Totti e Noemi, prima uscita ufficiale ai Dubai Soccers Awards


Commenti