Sassuolo
0

Sassuolo, Rogerio: "Stagione complicata, voglio aiutare la squadra"

L'esterno brasiliano: "Contro la Roma serve la gara perfetta. Kyriakopoulos? Ognuno cercherà di fare meglio dell’altro per giocare, quindi la competizione tra noi può essere solo che positiva"

Sassuolo, Rogerio:
© LAPRESSE

SASSUOLO - Titolarissimo lo scorso anno nel Sassuolo, il classe '98 Rogerio nel campionato in corso è stato costretto ad assistere alle gare dei suoi compagni dalla tribuna: "La stagione è iniziata nel peggiore dei modi ma era una lesione che mi portavo dietro da tempo e l’operazione era necessaria. Sono rientrato, ho fatto alcune partite, non sono ancora al meglio ma posso aiutare la squadra - esordisce il mancino brasiliano- Stagione complicata anche per la squadra con molti infortuni, soprattutto in difesa. I punti in classifica, meno di quelli che ci si aspettava a inizio stagione, sono dovuti anche ai tanti problemi fisici. Sicuramente con la squadra al completo avremmo fatto meglio, ma anche chi ha sostituito gli infortunati lo ha fatto al meglio. Ci è mancata un po’ di esperienza in più soprattutto nei minuti finali delle partita, ma questo fa parte della crescita di tutti". Contro la Sampdoria i neroverdi hanno dimostrato una buona tenuta difensiva: "E’ vero, ci siamo comportati bene in difesa, volevamo vincere ma l’espulsione ha cambiato la gara. Però non abbiamo mollato un centimetro perché sapevamo che uscire con un risultato positivo sarebbe stato importante anche per il morale".

Domenica arriva la Roma: "Dobbiamo fare la gara perfetta, è una squadra che gioca bene e con grandissimi calciatori. Si sono rinforzati ancora di più con l'arrivo del nuovo allenatore, noi dobbiamo fare la nostra gara e dimostrare il nostro potenziale. A noi è mancata la continuità nei risultati, perché come prestazioni abbiamo sbagliato poche gare. La squadra è mancata in esperienza e furbizia, ma queste sono cose che vengono con il tempo. I blackout totali? Credo che la gara con l'Udinese sia stata bugiarda, ma quello che manca è sicuramente la continuità. Con il mister cerchiamo di guardare sempre gli errori per non ripeterli". A sinistra, il suo sostituto Kyriakopoulos non sta sfigurando: "Con il suo arrivo la squadra è migliorata e ognuno cercherà di fare meglio dell’altro per giocare, quindi la competizione tra noi può essere solo che positiva per la squadra".

De Zerbi: "Piedi per terra perchè dietro non 'muore' nessuno"

Tutte le notizie di Sassuolo

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti