Sassuolo, De Zerbi: "Locatelli, Muldur e Ferrari a disposizione"

L'allenatore: "Benevento? Ritrovo tante persone alle quali io e il mio staff siamo legati"
Sassuolo, De Zerbi: "Locatelli, Muldur e Ferrari a disposizione"© ANSA

SASSUOLO - Le parole dell'allenatore del Sassuolo Roberto De Zerbi alla viglia della gara da giocare a Benevento: "Il Sassuolo deve essere orgoglioso, con lo spirito avuto contro Roma e Inter. Ci sono cose da migliorare ma bisogna portarsi questo spirito anche nella partita di domani: deve conservare coscienza e consapevolezza di quanto fatto in queste due gare perché non tutti vedono il calcio allo stesso modo, devi essere forte a mantenere la convinzione senza fartela traballare dal risultato o dalle critiche. All'andata il Benevento meritava qualcosa in più ma non abbiamo rubato niente: in inferiorità numerica ci siamo difesi con tanti uomini come fanno tante squadre contro di noi, anche in 11 contro 11. Difendersi non è vergogna, bisogna farlo bene e con attenzione ma il nostro Dna è diverso da quello del secondo tempo dell'andata perché nel primo tempo avevamo fatto bene ed eravamo stati impensieriti solo su calci piazzati".

Roma, Pellegrini e Bruno Peres non bastano: 2-2 con il Sassuolo
Guarda la gallery
Roma, Pellegrini e Bruno Peres non bastano: 2-2 con il Sassuolo

Gara a s e chi rientra

"Sicuro sarà una giornata diversa, gli affetti non vengono cancellati per una partita o perché si è avversari, ritrovo tante persone alle quali io e il mio staff siamo legati. La partita si giocherà al 100% per vincerla perché come a loro, anche a noi servono punti. E' sotto gli occhi di tutti la qualità del Benevento e il tipo di campionato che stanno facendo. Hanno una squadra tra le più esperte, parlo a livello di età, e hanno una rosa di qualità, tra le squadre che lottano per la salvezza, oltre al fatto che l'allenatore sta facendo un buonissimo lavoro e la classifica anche lo dimostra. Locatelli, Muldur e Ferrari sono a disposizione e rientrano mentre per gli altri dobbiamo vedere ancora l'allenamento di oggi ma non è ancora sicuro il rientro di Berardi, Defrel, sicuramente non quello di Caputo. Cerchiamo di capire come sta Bourabia e perdiamo Traore per squalifica, poi tutti gli altri sono convocabili".

Gli occhi sulla Premier

"Non ho avuto la fortuna di vedere Man City-Leeds ma sicuramente la vedrò perché è una sfida tra due allenatori che a me piacciono di più: vedendo le interviste però si nota subito la differenza con il nostro calcio perché Guardiola dice che Bielsa vincerebbe se allenasse il City e con Bielsa, dopo che ha fatto due tiri in porta contro più di 20 del City, non avrebbe meritato la vittoria, è un'onestà e un'oggettività diversa da quella che siamo abituati noi".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti