Sassuolo, Dionisi: "Voglio la stessa attenzione di San Siro"

Il tecnico: "Dobbiamo dimostrare di essere cresciuti sotto il profilo dell'applicazione e della fase difensiva"
Sassuolo, Dionisi: "Voglio la stessa attenzione di San Siro"© Getty Images Getty Images Getty Images

SASSUOLO - Dopo la bella vittoria in casa del Milan, il Sassuolo vorrà fare di tutto per confermarsi grande con le grandi anche contro il Napoli. Il tecnico neroverde Alessio Dionisi è consapevole delle difficoltà della gara: "Il Napoli ha giocatori importanti - conferma nella conferenza stampa della vigilia - davanti non hanno Osimhen, ma c'è Mertens che ha trovato continuità e sta ricoprendo un ruolo che aveva già fatto in passato. Hanno caratteristiche diverse: Osimhen è finalizzatore e allungava le squadra, Mertens fa giocare di più, ma sono due giocatori importanti. Non vedo l'ora di conoscere Spalletti: ne ho sentito parlare molto, lo apprezzo e lo ammiro per i risultati e per la personalità che ha. Come lui io ho avuto la fortuna di passare da Empoli e sono toscano. Sarà un piacere stringergli la mano, anche se poi, per fortuna, saranno i giocatori a scendere in campo". A proposito di giocatori, la ribalta di San Siro ha messo in luce alcuni elementi della rosa a disposizione di Dionisi che finora non si erano ancora espressi al massimo: "Matheus Henrique - è il primo nome su cui il tecnico è stato invitato ad esprimersi - si è ritagliato spazio sgomitando e meritandoselo. Sono contento per lui perché ha fatto un'ottima prestazione. Purtroppo è uscito malconcio dalla partita e dobbiamo valutarlo. Ha giocato al momento opportuno, se non ha giocato prima è perché non lo ritenevo pronto e magari non avrebbe fatto così bene. Scamacca è un giocatore bravo ma per aiutare i ragazzi a migliorarsi dobbiamo supportarli, e per me questo significa anche parlarne poco. Boga? Oggi si allenerà e valuteremo. Non lo rischieremo, a ieri era praticamente recuperato ma ci riserviamo di valutare l'allenamento di oggi e domani mattina, poi vedremo".

Milan-Sassuolo 1-3, Scamacca e Berardi rovinano il rientro di Maignan
Guarda la gallery
Milan-Sassuolo 1-3, Scamacca e Berardi rovinano il rientro di Maignan

"Meritiamo la classifica che abbiamo"

La vittoria in casa del Milan farà sì che anche il Napoli non prenda sottogamba l'impegno. Dunque il Sassuolo dovrà ripetersi su livelli altissimi per ottenere un altro risultato importante: "Vorrei rivedere la stessa attenzione messa in campo contro il Milan. Abbiamo parlato ieri con la squadra - spiega Dionisi - di attenzione, di applicazione, di fase difensiva, delle cose che abbiamo sottolineato perché non sempre ci sono state: di questo ne siamo consapevoli. Domani dovremo dimostrare di essere cresciuti da questo punto di vista. Ci concentriamo molto sul gioco ma non si valuta il fatto che spesso si fa gol su una palla persa riconquistata, riaggredita. A Milano non abbiamo aggredito alto, le qualità del Milan non ce lo hanno permesso e domani col Napoli sarà lo stesso, ma se saremo compatti sarà più facile ripetere la prestazione di qualche giorno fa. Credo che in questo momento sia opportuno continuare così ma a gara in corso o con certi avversari non è detto che non si possa cambiare. Deve essere il mio e il nostro credo". La sfida con gli azzurri di Spalletti servirà anche a capire se il Sassuolo ha fatto il definitivo salto di qualità: "Ad oggi abbiamo raggiunto un buon equilibrio - assicura il tecnico neroverde - ma pochi giorni fa non si parlava di questo: i risultati condizionano le analisi. Confermo quello che ho già detto in passato: ci meritiamo la classifica che abbiamo. Anzi, era quasi insperata prima di Milano. Sappiamo che abbiamo ottenuto meno rispetto alle prestazioni fatte ma non è sfortuna: ognuno ha quel che si merita".

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti