Spezia, futuro a stelle e strisce: vicina la cessione a una società Usa

Sul club bianconero era piombato anche un fondo canadese, ma l'offerta statunitense si è dimostrata migliore
Spezia, futuro a stelle e strisce: vicina la cessione a una società Usa© LAPRESSE
TagsspeziaVolpi

LA SPEZIA - Non solo l'offerta a stelle e strisce: per l'acquisizione dello Spezia Calcio, società ligure al suo primo campionato di Serie A, nelle scorse settimane sarebbe stata intavolata una trattativa parallela con un fondo canadese congelata ma non del tutto tramontata. È quanto emerge da fonti vicine alla società ligure, da giorni al centro di negoziati per la cessione del pacchetto di maggioranza detenuto dalla Social Sport Stitching, società del patron Gabriele Volpi. A portare avanti la trattativa per conto del magnate recchelino sarebbe Gianpiero Fiorani, amministratore delegato della holding Orlean Invest e uomo di fiducia di Volpi: sarebbe stato lui a valutare migliore l'offerta che arriva dagli Usa, pari a 20 mln di euro. Stretto riserbo sul compratore, anche se tutte le indiscrezioni portano alla Alk Capital di Alan Pace, società che nei mesi scorsi attraverso la controllata Velocity Sports Partner ha completato l'acquisto dell'84% delle quote del Burnley, club di Premier League inglese, e che per l'operazione italiana potrebbe aver il sostegno del fondo di investimento americano Msd Capital, creato per gestire le ricchezze del magnate americano Michael Dell.

Italiano: "Potevamo evitare l'errore sul rigore"
Guarda il video
Italiano: "Potevamo evitare l'errore sul rigore"

Il closing dell'operazione, dopo una due-diligence durata poche settimane che di fatto ha condizionato anche il mercato di riparazione della società ligure, dovrebbe arrivare entro la fine della settimana. Un accordo sul quale sarebbero da sciogliere ancora pochi nodi, primo tra tutti quello legato al centro sportivo Ferdeghini, il luogo dove si allenano tutte le squadre giovanili e che di fatto non appartiene allo Spezia ma a un'altra realtà del gruppo Volpi. Una situazione per la quale la nuova proprietà si ritroverebbe a dover pagare un canone d'affitto per l'utilizzo. Intanto in città la tifoseria ha accolto gli eventi degli ultimi giorni dividendosi: da una parte chi sottolinea il disimpegno economico degli ultimi anni da parte di Volpi, dall'altra chi evidenzia dubbi sull'operazione ricordando l'impegno dell'attuale proprietà e sottolineando il rischio che la squadra ligure possa diventare una succursale del club inglese.

L'Udinese torna a sorridere, contro lo Spezia la decide De Paul su rigore
Guarda la gallery
L'Udinese torna a sorridere, contro lo Spezia la decide De Paul su rigore

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti