Spezia, Thiago Motta: "Contro la Lazio abbiamo subito una grande ingiustizia"

Il tecnico: "Bisogna continuare a inseguire il nostro obiettivo senza fermarci"
Spezia, Thiago Motta: "Contro la Lazio abbiamo subito una grande ingiustizia"© Getty Images

LA SPEZIA- Il tecnico dello Spezia, Thiago Motta ha parlato in conferenza stampa nell'anti-vigilia del match contro l'Atalanta: “Tornando alla partita contro la Lazio e all’episodio del fuorigioco, posso solo dire che i ragazzi in campo hanno subito un’ingiustizia, perché non può esistere giustificazione a quello che è successo. Ci sono stati tolti punti importanti, ma al di là di questo sono arrabbiato perché i ragazzi lavorano e si impegnano ogni giorno per meritarsi dei risultati sul campo, e certamente non meritavano una sconfitta. Non riesco a nascondere il mio sentimento, mi auguro che non ci saranno altre occasioni per voi di vedermi ancora così arrabbiato in futuro".

L'avversario

"Nella partita di andata contro l’Atalanta siamo scesi bene in campo, andando in vantaggio nella prima fase di gioco. Purtroppo, in Serie A, contro queste squadre, dobbiamo riuscire a mantenere alto il livello di gioco per tutti i 90 minuti, non possiamo permetterci di lasciarci andare. Per questo motivo avremo bisogno di tutti, sia dei titolari che di quelli che subentreranno, perché dobbiamo riuscire a competere contro una grande squadra per tutta la durata della partita. Giocare sotto pressione, in questo momento, non è facile per nessuno, né per noi né per una squadra di alto livello come l’Atalanta che ha ottimi giocatori e un grandissimo allenatore come Gasperini. Noi dobbiamo solo concentrarci sulla nostra partita, questa settimana ci siamo allenati con grande impegno, concentrazione e determinazione, e domenica porteremo tutto questo sul campo".

Partite in campo e sugli spalti

"Chi ci sarà in campo? I tifosi, saranno loro il nostro supporto, sono stati al nostro fianco fino ad oggi e sono sicuro che ci saranno sempre. Noi abbiamo un modo di giocare che ci permette di invertire il nostro triangolo a centrocampo, sia in fase di possesso che di non possesso, in modo da mettere in difficoltà l’avversario. Sia Maggiore che Kiwior hanno giocato e interpretato molto bene entrambi i modi di giocare. Bastoni sta benissimo, si sta allenando al massimo come tutti gli altri, e tutto l’impegno che sto vedendo da parte loro è rassicurante perché ci permette di affrontare con più energia una squadra importante come l’Atalanta. Il nostro obiettivo è uno solo, non esiste un piano B, continueremo a lavorare come abbiamo fatto fino ad oggi finché non lo raggiungeremo.”

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti