Corriere dello Sport

Torino

Vedi Tutte
Torino

Serie A Torino, Mihajlovic: «Qui è vietato mollare»

Serie A Torino, Mihajlovic: «Qui è vietato mollare»
© Getty Images

Il tecnico: «Sottovalutare il Pescara sarebbe il miglior modo per non vincere la partita»

Sullo stesso argomento

 

sabato 11 febbraio 2017 15:24

TORINO - Questo non è sicuramente il periodo migliore del Torino, ma Mihajlovic è determinato a non mollare, si deve tornare a vincere. Così il tecnico: "Qui nessuno molla e nessuno mollerà, questo è sicuro. Se mi accorgo che qualcuno molla non farà più parte della squadra, questo è quello che posso dire. Sottovalutare il Pescara domani sarebbe il miglior modo per non vincere la partita. Hanno fatto vedere buoni momenti di calcio durante il campionato e contro la Fiorentina hanno perso soltanto nei minuti di recupero. Noi dovremo essere bravi con la nostra intensità a far capire che vogliamo vincere. I ragazzi sanno che è una partita importante e faremo di tutto per vincerla. Infortunati? Manca ancora un allenamento e quindi valuteremo oggi nel dettaglio la situazione".

GUARDA LE PROBABILI FORMAZIONI

USCIAMO DAL TUNNEL - "Nell'arco di un campionato ci possono essere momenti di flessione. Nessuno di noi è contento per quanto abbiamo fatto ultimamente, ma sono convinto che domani usciremo dal tunnel vincendo e poi ripartiremo. Il gruppo è compatto e i ragazzi sono primi ad essere dispiaciuti per i risultati che non stanno arrivando nell'ultimo periodo. Io sono concentrato sul mio lavoro e la Società si è sempre comportata nel migliore dei modi. Sento piena fiducia come all'inizio dell'anno: Petrachi segue ogni nostro allenamento, con il Presidente mi sento ogni giorno".

SUI SINGOLI - "Ljajic? Ho detto che a fine campionato andrà in doppia cifra di assist e gol. Se così sarà vorrà dire che avrà fatto un ottimo campionato. Falque e Baselli? Non era nervosismo per la sostituzione in sè. Il primo era arrabbiato per errori suoi; il secondo per la sua prestazione. Ho parlato a Daniele: è migliorato in fase di non possesso, e peggiorato in fase di possesso. È giusto che uno si arrabbi quando esce se sa di non aver fatto un'ottima prestazione".

CLASSIFICA SERIE A

Articoli correlati

Commenti