Torino, Juric: "Troppi punti persi nel finale: dobbiamo migliorare"

Il tecnico: "Praet e Singo sono a disposizione. Belotti? Forse dall'inizio, ma è un'opzione seria anche a gara in corso"
Torino, Juric: "Troppi punti persi nel finale: dobbiamo migliorare"© LAPRESSE

TORINO - Vigilia di campionato per il Torino, che venerdì alle 18.30 ospiterà il Genoa nel primo anticipo della nona giornata. L'allenatore granata Juric potrebbe finalmente ritrovare il suo capitano al centro dell'attacco: "Belotti titolare? Ci sto pensando - ammette il tecnico nella conferenza stampa della vigilia - anche se non riesce a ripetere gli scatti. Sta meglio, sta diventando un'opzione seria dall'inizio o a gara in corso. L'importante è che trovi continuità e non si faccia male, deve ritrovare certezze dopo gli ultimi due anni. Anche Praet è disponibile, Singo sta bene mentre il recupero di Pjaca e Verdi è ancora un po' lungo, non ci saranno a Milano e nemmeno in quella dopo". Una gara sempre speciale per Juric, quella con il Genoa. Ma lo stadio torinese farà passare più in fretta l'emozione: "Il Genoa è in salute - spiega il tecnico granata - hanno tante opzioni e diversi giocatori interessanti. Stanno bene a livello emotivo. Le mie emozioni? A Marassi la sento più, qui invece sarà diverso. Abbiamo una rosa competitiva e possiamo fare variazioni, oltre ad avere tanta qualità". 

Osimhen, gol decisivo in Napoli-Torino ed esultanza con Mertens
Guarda la gallery
Osimhen, gol decisivo in Napoli-Torino ed esultanza con Mertens

"Punti persi nel finale per errori che fatico ad accettare"

"Abbiamo perso tanti punti nel finale: è un rammarico come successo con Atalanta, Lazio e nel derby": Juric sa dunque benissimo quale è stato il tallone d'achille della sua squadra in questo inizio di stagione. E sprona i suoi a cambiare marcia: "Dobbiamo migliorare - sottolinea - ci sono sensazioni positive perché facciamo prestazioni buone, ma dobbiamo crescere in tante cose. Ci stiamo lavorando, è un anno particolare perché ci alleniamo meno del solito. Dobbiamo migliorare nella fluidità del gioco, stiamo facendo errori tecnici e di movimento che faccio fatica ad accettare. Quando invece facciamo tutto bene, diventiamo pericolosi. Abbiamo raccolto molto meno di quanto meritassimo, ma è un dato di fatto, non colpa della sfortuna. Abbiamo pagato caro gli errori commessi - prosegue Juric - la squadra deve crescere globalmente: dobbiamo giocare meglio e creare di più, così segneremo di più. Sprechiamo tante occasioni con passaggi sbagliati, ma arriverà anche il momento in cui segneremo di più. Poi è chiaro che davanti dipende molto dalle qualità individuali".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti