Juric: "Spezia come una finale. Pjaca? Può esserci, Praet no"

Il tecnico del Torino: "Aina e Singo in Coppa d'Africa? A gennaio mi aspetto volti nuovi"
Juric: "Spezia come una finale. Pjaca? Può esserci, Praet no"© Getty Images
4 min

TORINO - Giornata di vigilia per il Torino di Ivan Juric che, dopo il gran 3-0 rifilato alla Sampdoria nell'ultimo turno, è chiamato alla trasferta del Picco:"Lo Spezia ha talento e lavora in maniera interessante. Hanno raccolto meno di quanto dovevano e arrivano da una gara dove hanno fatto male. Per noi sarà difficilissima. Praet non credo ci sarà, recupera a fatica perchè è poco abituato a giocare 90', vedremo se potrà andare in panchina. Kone? È un'opzione, a Napoli ha fatto bene". Sul doppio attaccante: "Belotti e Sanabria insieme non è una soluzione per me, il Gallo è penalizzato in modulo a due punte, e anche Sanabria ha bisogno dei suoi spazi. Vedo più Zaza adatto a giocare in coppia". "La nostra mentalità è cambiata e solo a Firenze non è andata bene, mentre nel resto delle gare l'approccio c'è stato. Contro la Samp ci siamo sciolti dopo il secondo gol, ma rivedendo il primo tempo D'Aversa l'aveva preparata bene, avevo capito che sarebbe stato avvantaggiato il primo che avrebbe segnato" ha proseguito Juric.

Juric: "Davanti alla Juve? É presto. Spero Belotti vada in Nazionale"
Guarda il video
Juric: "Davanti alla Juve? É presto. Spero Belotti vada in Nazionale"

"Pjaca potrebbe essere disponibile. Singo e Aina? Mi aspetto rinforzi"

"Verdi? Devo stare attento a ciò che dico (ride, ndr). Si allena bene e non posso dire nulla di negativo nei suoi confronti, con la Samp è entrato e per me sono tutti sullo stesso livello, anche lui domani può giocare dall'inizio". Sul rendimento in trasferta del suo Torino: "Contro il Milan, secondo me, abbiamo giocato meglio rispetto alla Samp, l'unico neo è quello di Firenze. I numeri dicono che in trasferta non facciamo tanti punti, ma spirito e prestaazione sono gli stessi sia in casa che fuori. Pjaca? Potrebbe essere disponibile e non deve essere gestito chissà come, ma è normale l'attenzione dopo che uno si è operato due volte al ginocchio. Abbiamo sbagliato con lui mettendolo in campo quando non doveva giocare, da un piccolo problema è diventato più grande. Tornare sul mercato con Singo e Aina in Coppa d'Africa? Ne stiamo parlando e ne abbiamo assolutamente bisogno, non sarà facile perderli per un mese e serviranno volti nuovi". Poi di nuovo sul giovane Kone: "Lo vedo in mezzo al campo, le doti le ha ma crescere dipende da lui. Non vedo i Pellegri, Salcedo o Kumbulla che li metti e giocano, devono fare un percorso più lento".

"Arrivare sopra alla Juve? È presto..."

E ancora: "Belotti in Nazionale? Sarei strafelice, per me ora deve ritrovare la forma, ma l'altra sera ha fatto il Gallo che non si vedeva da anni. Se mantiene questo approccio è un giocatore molto importante. E' un ragazzo serio, se va in nazionale e non gioca titolare gli manderemo un programma da seguire e lui lo farà. Non ho l'auspicio che non lo chiamino in nazionale, anzi". "Contro lo Spezia chiudiamo un ciclo e dobbiamo affrontarlo come fosse una finale per dare uno slancio alla classifica. Arrivare sopra alla Juve? È presto, non si sono ancora trovati in campionato come in Champions, ma pensiamo a noi stessi: in tanti hanno giocato l'anno scorso a La Spezia perdendo 4-1, avranno voglia di rivalsa" ha chiosato Juric.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti