Udinese, Magda Pozzo: "Dacia Arena come incubatrice di idee e progetti"

La dirigente friulana alla conferenza Soccerex Connected: "Il nostro obiettivo è migliorare la fan experience 365 giorni l'anno, e aumentare sempre di più il senso di appartenenza dei tifosi"
Udinese, Magda Pozzo: "Dacia Arena come incubatrice di idee e progetti"

UDINE - La Dacia Arena come esempio virtuoso di stadio moderno ed aperto a idee e progetti che lo rendano importante per i fan ogni singolo giorno dell'anno. Di questo si è parlato nella conferenza “Soccerex Connected”, appuntamento dello sport business di caratura mondiale organizzato quest’anno in forma virtuale. Un apposito panel intitolato “More than a matchday” ha visto al centro gli aspetti commerciali e di sviluppo degli stadi come fattore di crescita e strumento fondamentale di business per i club. Ruolo interpretato già da anni dalla Dacia Arena, ancora una volta, dunque, punto di riferimento a livello mondiale in questo ambito. Al panel è intervenuta Magda Pozzo, insieme ad altri dirigenti di assoluto prestigio come Adolfo Romero, Senior Director Event Programming del SoFi Stadium e di Hollywood Park, il nuovo stadio di Los Angeles teatro dei principali eventi sportivi e non degli USA; Scott Jenkins, Board Chair di Green Sport Alliance che promuove lo sviluppo di stadi ed impianti ecosostenibili; Javier Latorre, Head of Content and Production del Valencia. Il panel è stato moderato da Mark Kelly, Managing Director di Bristol Sport e dell’Ashton Gate Stadium, impianto recentemente diventato un hub dove sono somministrati i vaccini anti Covid 19.

L'Udinese torna a sorridere, contro lo Spezia la decide De Paul su rigore
Guarda la gallery
L'Udinese torna a sorridere, contro lo Spezia la decide De Paul su rigore

Ecco uno dei momenti più interessanti dell'intervento di Magda Pozzo: “Crediamo fortemente di aver intrapreso la giusta direzione con la Dacia Arena affinché sia un incubatore, 365 giorni l’anno, di idee e progetti e non è un caso che questo modello sia riconosciuto a livello globale. Il fattore più importante resta sempre l’identità dei nostri tifosi per poter garantire loro un’esperienza straordinaria di standard sempre più elevato. Vogliamo che la Dacia Arena sia sempre di più percepita come la loro casa da vivere non solo in occasione della partita, con tutti i confort e i servizi offerti, ma anche nella quotidianità in modo da aumentare sempre di più il senso d’appartenenza dei nostri tifosi e il rapporto tra loro e il club".

Gotti: "Vittoria arrivata grazie all'umiltà"
Guarda il video
Gotti: "Vittoria arrivata grazie all'umiltà"

Oltre al matchday, infatti, l'obiettivo è quella di ospitare anche eventi di altri sport, concerti, business meetings stimolando relazioni B2B e, naturalmente, migliorare sempre di più la fan experience. L’obiettivo è espanderci sempre più a 360 gradi. Continuiamo a lavorare per finalizzare il progetto sugli oltre 20.000 metri quadri di aree da destinare a palestre, piscine, centro medico, vogliamo strutturare una esports area: insomma, essere aperti a tutte le generazioni e le necessità. Ci tengo a sottolineare che i nostri progetti presenti e futuri mettono al centro una green policy globale del club avviata proprio con l’efficientamento energetico e l’obiettivo di una Dacia Arena Co2 free”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti