Verona, Hrustic: "Non ho le caratteristiche di Barak. Serie A? Più difficile della Bundesliga"

Il centrocampista ex Eintracht si presenta: "Sono qui per il progetto e mi sono subito sentito a casa. Tutti mi hanno accolto bene. Cioffi? Giocherò dove vuole lui"
Verona, Hrustic: "Non ho le caratteristiche di Barak. Serie A? Più difficile della Bundesliga"© Hellas Verona FC
3 min

VERONA - In mattinata, il Verona ha presentato a stampa e tifosi il nuovo acquisto Ajdin Hrustic ex Eintracht Francoforte. Nel dettalgio, le parole del centrocampista gialloblù: "Il Verona aveva già parlato con il mio ex club già a Gennaio, ma poi non si fece nulla anche se avevo buone sensazioni. Quindi in estate sono tornati a trattare e ho accettato. Perché all’Hellas dopo aver vinto l’Europa League? Ho vinto un trofeo, ma è il passato. Per me l’importante è giocare ed essere apprezzato e qui ho sentito tanta fiducia da parte di d.s. e allenatore. Il Verona è una squadra davvero forte con diverse qualità. I miei compagni mi hanno accolto molto bene. Il mister? Non ho parlato molto con lui, perchè parla in generale con la squadra su come attaccare e come difendere. È un buon allenatore e mi piace che ci lasci libertà di scelta: è stato un calciatore e capisce quanto sia importante per alcuni giocatori in determinate zone del campo".

Hrustic: "Ho buone qualità sui calci piazzati. Giocherò dove vuole il mister. Barak? Qui ha fatto molto bene, ma io ho altre caratteristiche"

"Sono un centrocampista offensivo mancino e credo di avere una buona qualità sui calci piazzati. Al mister ho detto che può farmi giocare dove vuole, anche se io preferisco giocare sulla trequarti come in Nazionale, non importa se giochiamo con una, due o tre mezzepunte. In passato comunque ho giocato pure da centrocampista centrale. Barak? L’ho seguito e so che qui ha fatto molto bene, abbiamo in comune il piede mancino ma siamo giocatori diversi. Speravo di debuttare con i tre punti domenica, ma ci può stare di perdere in casa della Lazio. Per me comunque era importante mettere qualche minuto nelle gambe dopo l’infortunio. Il Bentegodi? I tifosi sono stati fantastici, possono davvero essere il dodicesimo uomo in campo".

Hrustic: "Non penso al Mondiale, ora voglio aiutare l'Hellas. La serie A è più difficiel della Bundesliga"

"Al momento non penso al Mondiale, ma solo ad aiutare l’Hellas. Voglio stare bene e giocare per il Verona. A novembre poi penserò al Mondiale. La Serie A è più difficile della Bundesliga perché c’è meno gap tra le “grandi” e le altre. In Germania si gioca più sotto il punto di vista fisico e di corsa, mentre quello italiano può essere migliore per le mie caratteristiche".

Hrustic: "Buone sensazioni in vista della Fiorentina. Servirà la giusta mentalità. La città? E' bellissima"

"Ci stiamo allenando molto bene, ci sono buone sensazioni in vista della Fiorentina. Dobbiamo mettere a punto ancora qualche dettaglio, ma l’importante è la mentalità: dobbiamo cercare di entrare in campo per vincere. Come sto? Non al 100%, ma sto davvero bene e l’inserimento sta proseguendo più velocemente del previsto. La città? Ho avuto modo di vederla poco, ma ho visto l'Arena. Verona è davvero bellissima e anche il cibo è molto buono, il che può essere un pericolo".

Lazio-Verona, le pagelle: Casale funziona, Luis Alberto da dodicesimo
Guarda la gallery
Lazio-Verona, le pagelle: Casale funziona, Luis Alberto da dodicesimo


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti