Corriere dello Sport

Serie B

Vedi Tutte
Serie B

Serie B. Tonfo Frosinone, cede al Novara e si fa agganciare dal Verona

Serie B. Tonfo Frosinone, cede al Novara e si fa agganciare dal Verona
© LaPresse/Spada

La squadra di Marino perde 3-2 con doppietta di Macheda, quella di Pazzini supera 2-0 il Cittadella. Benevento, Bari e Pisa ko contro Brescia, Carpi e Avellino. Salernitana, vittoria in rimonta. Spal a +5. In serata, lo Spezia cade a Cesena

Sullo stesso argomento

 

lunedì 17 aprile 2017 16:50

ROMA - Il Frosinone cede in casa al Novara (2-3) e si fa agganciare dal Verona, vittorioso per 2-0 contro il Cittadella. La Spal, che ha avuto la meglio sul Trapani nell’anticipo delle 12:30, adesso comanda con cinque punti di vantaggio. Sconfitte per Benevento (Brescia 1-0), Bari (Carpi 2-0) e Pisa (Avellino 1-0) mentre la Salernitana s’impone in rimonta sul Latina. Perugia-Ascoli finisce 0-0, pari anche tra Entella e Ternana (1-1) e ko del Vicenza: la Pro Vercelli fa festa di misura.

CLASSIFICA SERIE B

FROSINONE-NOVARA 2-3 Il Frosinone va sotto al 12’. Il Novara passa con la rete di Macheda: l’ex attaccante del Manchester United riceve da Galabinov e da solo in area trova il tempo per battere Bardi. Il vantaggio ha vita breve perché al 22’ Daniel Ciofani è impeccabile dal dischetto dopo l’irregolarità della difesa avversaria su Dionisi. Un altro rigore, stavolta dalla parte opposta: Galabinov non sbaglia (35’) e la strada del Frosinone si rifà in salita. Macheda la chiude al 64’ realizzando la doppietta personale, a nulla basta il 3-2 nel finale di Mokulu.

VERONA-CITTADELLA 2-0 Il sesto gol in stagione di Daniel Bessa vale l’1-0 del Verona al 16’ e arriva con una sassata da fuori area che non lascia scampo ad Alfonso. Il portiere del Cittadella si rifà sul finale del primo tempo negando la rete a Fares. Il secondo tempo scivola via tra monotonia e pochissime azioni degne di nota, ma poi arriva Pazzini: firma numero 22 in campionato e 2-0 per i padroni di casa.

PISA-AVELLINO 0-1 All’Avellino basta il gol di Laverone al 49’ per i tre punti contro il Pisa. Il centrocampista intercetta il pallone di Di Tacchia e insacca sotto le gambe di Ujkani. La squadra di Gattuso resta ferma in zona retrocessione (32 punti), quella di Novellino sale a quota 44.

BRESCIA-BENEVENTO 1-0 La squadra di Cagni passa già dopo otto minuti grazie alla sfortunata autorete di Lucioni che di testa devia il pallone nella propria porta nel tentativo di anticipare Caracciolo. L’Airone è ancora pericoloso al 34’ quando lascia partire una conclusione dalla distanza che si stampa sulla traversa. Di Untersee, Viola e Cissé le azioni più interessanti. Ma il risultato non si sblocca più.

PERUGIA-ASCOLI 0-0 La prima vera occasione della partita si concretizza all’inizio della seconda frazione con la traversa colpita su calcio piazzato dall’Ascoli: il protagonista è Almici. In precedenza era stato allontanato Belmonte per doppio giallo. Altro legno, stavolta con il neoentrato Mustacchio. Alla festa s’iscrive anche Gatto, palo al minuto numero 62.

ENTELLA-TERNANA 1-1 Caputo si divora il vantaggio alla mezz’ora sparando alle stelle una facile conclusione sotto porta. Doppia occasione Ternana al quarto d’ora della ripresa, ma a sfiorare il possibile 1-0 è Tremolada subito dopo. Chi invece va a bersaglio è Dany Mota (76’), che approfitta del non perfetto intervento di Aresti. Nel finale gli ospiti trovano il pari con il contestatissimo gol di Diakité: si protestava per un contatto tra Monachello e Ceccarelli.

CARPI-BARI 2-0 Clamoroso autogol del Bari al 19’. Tonucci, nel tentativo di anticipare Mbakogu, prova a spazzare via il pallone ma il risultato è un incredibile tiro che va a depositarsi sotto la traversa. Lasagna la mette dentro sul finale di primo tempo, ma per il direttore di gara tocca con il braccio: il 2-0 è annullato e lui si prende l’ammonizione. Basta solo aspettare perché il doppio vantaggio è di Mbakogu con il facile piattone al 69’.

SALERNITANA-LATINA 2-1 Assist pregevole di Roberto Insigne e rete di De Giorgio al 40’ che si becca anche il giallo per l’eccessiva esultanza. La Salernitana trova il pari con l’angolata conclusione di Rosina al 56’ sulla quale Pinsoglio non riesce ad arrivare. Il 2-1 è invece di Sprocati con un rasoterra sul secondo palo.

VICENZA-PRO VERCELLI 0-1 Non un gran primo tempo al Menti. Alla mezz’ora Urso prova la botta al volo con Provedel che la alza sulla traversa. Bianchi è invece costretto a lasciare il terreno di gioco al 43’ per infortunio: al suo posto entra Comi. Ed è proprio lui che sblocca il risultato al 58’ ringraziando la papera di Vigorito.

CESENA-SPEZIA 1-0 Cade, a sorpresa, lo Spezia in casa del Cesena nel posticipo. La squadra romagnola si allontana dalla zona retrocessione grazie al gol di Ciano su rigore al 53'. 

Articoli correlati

Commenti