Serie B Lecce-Ascoli, ufficiale: rinviata a data da destinarsi per l'infortunio a Scavone
© LAPRESSE
Serie B
0

Serie B Lecce-Ascoli, ufficiale: rinviata a data da destinarsi per l'infortunio a Scavone

Dopo il drammatico episodio che ha coinvolto il giocatore, l'arbitro Baroni ha fermato l'incontro: squadre non in grado di continuare

LECCE - Lecce-Ascoli ufficialmente rinviata al Via Del Mare. Dopo l'infortunio di Scavone, giocatori, dirigenti e allenatori si sono trovati d'accordo: non c'erano più i presupposti per proseguire l'incontro valevole per la ventiduesima giornata del campionato cadetto. A quel punto il direttore di gara, Baroni, dopo aver consultato entrambe le squadre, ha contattato telefonicamente la Lega di Serie B per concertare il da farsi. E pochi istanti dopo, le squadre sono rientrate negli spogliatoi: la gara è stata ufficialmente rinviata a data da destinarsi. Intanto lo speaker del Via Del Mare ha rassicurato il pubblico presente: Scavone, trasportato in ospedale per accertamenti è cosciente.

LA DECISIONE DELLA LEGA - La Lega, tramite un comunicato, ha successivamente rinviato la gara a data da destinarsi: "Il presidente della Lega B, Mauro Balata, in accordo con il presidente Federale, Gabriele Gravina, e il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, comunica che il match tra Lecce e Ascoli, valevole per la 3a giornata di ritorno della Serie BKT, sospeso al 1° minuto a causa di un infortunio occorso al calciatore giallorosso Manuel Scavone, attualmente ricoverato in ospedale e le cui condizioni sono in corso di valutazione, è stato rinviato a data da destinarsi. Il giocatore, in seguito ad uno scontro di gioco ha perso i sensi in campo creando attimi di grande preoccupazione sia per gli staff e i calciatori delle squadre sia per tutti i tifosi, motivo per cui è arrivata la scelta del rinvio del match. A Manuel Scavone vanno gli auguri del presidente Balata e di tutta la famiglia della Lega B di una pronta guarigione".

Vedi tutte le news di Serie B

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina