Serie B, Melchiorri in extremis, il Perugia espugna Carpi. Coda decisivo in Benevento-Cittadella
© LAPRESSE
Serie B
0

Serie B, Melchiorri in extremis, il Perugia espugna Carpi. Coda decisivo in Benevento-Cittadella

Gli uomini di Nesta passano al Cabassi nei minuti di recupero. Vittoria di misura anche per i Sanniti che si portano a -4 dal Brescia

ROMA - Giornata 24 del campionato cadetto che inizia con l'importante vittoria in trasferta del Perugia in casa del Carpi ed il successo interno del Benevento sul Cittadella. Pari nella sfida salvezza tra Padova e Foggia.

BENEVENTO - CITTADELLA - Al Vigorito prima frazione di gioco a senso unico con gli Stregoni che hanno diverse occasioni per passare. Ci provano dalla distanza un po' tutti Improta, Letizia, Bandinelli e Ricci. Il meritato gol del vantaggio arriva solamente al 40' sugli sviluppi di un calcio di punizione. L'estremo difensore veneto Paleari sbaglia i tempi dell'uscita e Coda di testa lo punisce per l'1-0 giallorosso. La squadra di Bucchi nella ripresa prova a chiudere la contesa ma non riesce a trovare il punto del 2-0. Va vicino al possibile pari, invece, la compagine ospite al 72' con il neoentrato Siega e al 75' con Settembrini. Sono le uniche occasioni per i veneti che incappano così nella terza sconfitta consecutiva. Per la squadra di Bucchi è invece il terzo successo di fila. Adesso il Benevento è terzo in classifica a -4 dal Brescia capolista con una partita in meno.

Benevento-Cittadella: curiosità e statistiche

CARPI - PERUGIA - Allo stadio Cabassi i padroni di casa partono forte. Dopo soli 40 secondi guizzo di Pasciuti in area, Gyomber lo stende ma per l'arbitro è tutto regolare. La squadra di mister Castori spinge ma non riesce a trovare il colpo del possibile vantaggio. Copione identico nella ripresa. Grifone non pervenuto con i Falconi che creano tanto ma non riescono a sbloccarla. Al 20' del secondo tempo i padroni di casa vanno vicini al vantaggio in due occasioni. Prima sugli sviluppi di un calcio d'angolo la coppia centrale difensiva emiliana spaventa Gabriel. Sabbione raccoglie l'angolo di Pasciuti e scodella in mezzo per il compagno Kresic che prende posizione e colpisce ma la palla si stampa sulla traversa. Passano sessanta secondi e Rolando prova il tiro a giro che finisce fuori di un soffio. E' sempre il centrale croato il più pericoloso dei padroni di casa. Sempre sugli sviluppi di un corner manca la deviazione vincente sotto porta. Dopo tutte le occasioni sbagliate arriva la doccia gelata per i padroni di casa con l'ex Federico Melchiorri che di pallonetto supera Piscitelli per lo 0-1. Un risultato che lascia l'amaro in bocca ai padroni di casa mentre rilancia il Grifone che ritorna in zona playoff con 32 punti.

Carpi-Perugia: curiosità e statistiche

PADOVA FOGGIA Il primo squillo del match è di rossoneri. Al 2' Kragl su punizione trova Loiacono che, di testa, costringe Minelli a rifugiarsi in corner. Il Padova prova a rispondere ma l'unico che ci prova dei veneti è il solito Bonazzoli. Sui titoli di coda della prima frazione i pugliesi passano in vantaggio grazie alla sforbiaciata di Lucas Chiaretti ben assistito dal compagno di reparto Mazzeo. All'86' Andelkovic si divora il gol del possibile pareggio. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla rimane nell'area piccola, il difensore sloveno è sulla traiettoria ma da zero metri riesce a calciare incredibilmente fuori. Il Foggia, nell'azione successiva, va vicinissimo a chiudere la contesa ma Chiaretti, ben servito da Iemmello, spreca clamorosamente. Gol mangiato, gol subito. All'89 magnifico sinistro al volo di Capello che sfrutta l'errore della coppia Leali-Agnelli. Un pareggio che restituisce speranza alla formazione di casa che resta ultima in classifica con 18 punti. Il Foggia, invece, rimane in 15.ma posizione con 21 punti. 

Padova-Foggia: curiosità e statistiche

Vedi tutte le news di Serie B

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

 

 

 

In edicola

Prima pagina