Serie B, colpaccio Cittadella a Brescia. Ascoli rimontato dal Carpi
© LAPRESSE
Serie B
0

Serie B, colpaccio Cittadella a Brescia. Ascoli rimontato dal Carpi

I granata di Venturato corsari in casa della capolista. Match-winner Finotto. Le rondinelle per la prima volta in stagione non riescono a segnare. Pareggi nelle altre due sfide del pomeriggio

ROMA - Il sabato di Serie B si apre con la sconfitta interna del Brescia per 1-0 contro il Cittadella. Pareggi, invece, nelle altre due sfide Carpi-Ascoli (1-1) e Padova-Crotone (0-0). 

SUPER CITTADELLA - Allo stadio Rigamonti ritmi altissimi in una prima frazione di gioco ricca di emozioni. Bastano 40 secondi a Donnarumma per spaventare gli ospiti ma il suo destro a giro va di poco sopra la traversa. La squadra di Venturato però non si fa intidimire, anzi reagisce con grande personalità. Al 2' Finotto, ben assistito da Schenetti, colpisce a bottas sicura ma nella traiettoria del suo tiro c'è il compagno di reparto Moncini che praticamente salva la porta bresciana. All'8' Alfonso deve superarsi sul tiro dal limite di Branca. Passano due minuti ed il Cittadella sblocca meritatamente la partita: Schenetti, vera e propria spina nel fianco per la retroguardia di Corini, si beve Cistana e costringe al miracolo Alfonso, sulla respinta si avventa Finotto che sigla il suo sesto centro stagionale.

Il Brescia prova a rientrare in partita ma i granata ben organizzati riescono ad annullare gli uomini di Corini. Addirittura l'occasione più ghiotta, sul finale di primo tempo, è sempre del Cittadella con il solito Schenetti che con un sinistro di controbalzo fa esaltare Alfonso. La ripresa inizia con lo straordinario recupero di Frare in scivolata che ferma sul momento del tiro Donnarumma lanciato in contropiede. All'83' Paleari sbaglia il rinvio ma riesce a mettere una pezza sul suo errore con un miracolo su Torregrossa. Sempre il numero 11 ha un'altra occasione clamorosa ma la sua deviazione sul tiro di Tremolada finisce di poco a lato. Con questa sconfitta le rondinelle restano a quota 47, a +4 dal Benevento, che ha due partite in meno, e +5 dal Palermo impegnato alle 18:00 nel big match contro il Lecce. Il Cittadella, invece, con questi 3 punti va a 36 punti riconquistando la zona playoff.

Brescia-Cittadella, curiosità, tabellino e statistiche

POLI SALVA CARPI - Al Sandro Cabassi parte bene la compagine ospite che nel primo quarto d'ora va vicino al punto del vantaggio in due occasioni. Prima con Beretta e poi con Addae. La prima occasione della squadra di Castori arriva al 23' con Musacchio che dal limite impegna severamente Milinkovic-Savic costretto a rifugiarsi in corner. Al 41' arriva il vantaggio degli ospiti Beretta con un controllo di testa in area agira Sabbione e mette al centro dove si avventa Ngombo che batte Piscitelli sul primo palo per lo 0-1 del Picchio. La ripresa inizia con il pareggio del Carpi firmato da capitan Poli bravissimo a deviare alle spalle del portiere serbo la punizione tagliata di Jelenic.

L'Ascoli al 50' ha una chance clamorosa per ripassare subito in vantaggio: contropiede ben orchestrato da Frattesi che serve Nbgombo che a tu per tu con Savic opta per la botta forte che finisce altissima. Al 78' il Carpi trova la rete del 2-1 con Arrighini ma l'arbitro annulla per fuorigioco che in realtà non c'era. All'84 Ciciretti su punizione spaventa il Carpi ma il suo tiro finisce di pochissimo a lato. Il Carpi con questo pareggio va a quota 22, a -4 dalla zona salvezza. L'Ascoli, invece, resta nella dodicesima piazza con 30 punti.

Carpi-Ascoli, tabellino e curiosità

PADOVA-CROTONE  - Allo stadio Euganeo primo tempo senza grosse emozioni. La compagine calabrese prova a fare la partita con Benali e Simy sugli scudi. Non succede nulla fino al 21' quando sugli sviluppi di un calcio di punizione Golemic impegna Minelli. Sulla respinta ci prova Barberis ma il portiere biancoscudato non si fa sorprendere. Il Padova si affaccia dalle parti di Cordaz al 39' con il destro di prima intenzione di Bonazzoli ma il portiere degli squali è attento e para a terra. Alla fine della prima frazione Bisoli deve fare i conti con gli infortuni visto che hanno lasciato il campo anzitempo Trevisan e Cherubin. Ad inizio ripresa Mbakogu, ben imbeccato da Lollo, ha sul destro il pallone del vantaggio ma Cordaz si supera con una parata di piede.

Al 56' il Crotone resta in 10 per l'espulsione per doppio giallo di Sampirisi che festeggia nel peggiore dei modi la sua centesima presenza nella serie cadetta. Con l'uomo in più il Padova occupa stabilmente la metà campo ospite ma in contropiede i calabresi vanno vicini al vantaggio con la botta da fuori di Rohden. All'85' grandissima chance per il Padova di andare in vantaggio ma il neoentrato Cocco di testa, da pochi metri, non riesce a centrare clamorosamente la porta. Con il pareggio il Padova va a 20 punti ma resta ultimo in classifica.

Padova-Crotone, tabellino e statistiche

Vedi tutte le news di Serie B

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

 

 

 

In edicola

Prima pagina