Serie B, Juve Stabia-Pisa 0-2. Pescara-Pordenone 4-2
© FOTO MOSCA
Serie B
0

Serie B, Juve Stabia-Pisa 0-2. Pescara-Pordenone 4-2

Le vespe cadono al Menti sotto i colpi di Gucher e Marconi. I biancazzurri riescono a rimontare contro i ramarri

CASTELLAMMARE DI STABIA - Vittoria del Pisa per due reti a zero in casa della Juve Stabia: una rete per tempo per gli ospiti che sbloccano con Gucher nella prima frazione e raddoppiano con Marconi nella ripresa. Pisa che chiude in 10 per l'espulsione di Benedetti. Parte forte, il Pisa: Minesso crossa al centro dell'area, la palla deviata schizza in porta, ma Branduani fa buona guardia e devia sulla traversa. La Juve Stabia risponde con Di Gennaro, che poco prima del quarto d'ora si vede annullare un gol regolare. L'equilibrio generale viene spezzato al 32' da Gucher, che con un destro secco su punizione non lascia scampo a Branduani: 1-0 per i nerazzurri. Prima del duplice fischio, due occasioni per parte infiammano il Menti: prima Marconi, su cross di Lisi, si fa parare il tiro da Branduani, poi Di Gennaro, col mancino, manda la sfera di poco sopra la traversa. Nella ripresa, arriva il raddoppio del Pisa al 25': tiro-cross di Lisi, Marconi corregge la traiettoria in rete, 0-2. Il Pisa però poco dopo resta in inferiorità numerica: Benedetti rimedia alla mezzora il secondo giallo del proprio incontro e lascia anzitempo la contesa. E la Juve Stabia cerca di approfittarne immediatamente con Vitiello, senza fortuna. Al 42' a provarci è Carlini, di testa, ma le vespe non riescono a trovare la via della porta.

JUVE STABIA-PISA 0-2: NUMERI E STATISTICHE

Pescara-Pordenone 4-2

Altalena di gol all'Adriatico dove il Pescara dapprima va in vantaggio al pronti-via con Galano, poi subisce il ritorno del Pordenone che prima dell'intervallo mette il muso avanti (Gavazzi e Chiaretti). Nella ripresa però, dapprima ancora Galano, poi Tumminello e Palmiero calano il poker per i padroni di casa.  Al primo affondo, dopo 4', Galano conquista un rigore per i padroni di casa: De Agostini lo atterra goffamente, e lo stesso fantasista non sbaglia dal dischetto, tirando forte e angolato. Il Pordenone, subito costretto a inseguire, trova il pareggio dopo soli 7 minuti: Pobega sfonda a sinistra e serve Gavazzi che si piatto trafigge un incolpevole Fiorillo, beffato dalla posizione di Chiaretti al centro dell'area. I friulani conquistano fiducia e la partita si sposta sulle due trequarti: il Pescara è impreciso e spara alto con Monachello prima e Di Grazia poi. Nel recupero del primo tempo, il Pordenone torna avanti: nella propria area Scognamiglio colpisce di mano la sfera  e Chiaretti trasforma il rigore che ne consegue. Nella ripresa, subito il pareggio, ad opera di Galano con un sinistro di prima intenzione in corsa su tocco di Memushaj. La rete del sorpasso pescarese arriva al 26': lo insacca Tumminello al termine di una ripartenza. Il Pordenone ci prova al 35': De Agostini al tiro, Fiorillo coi pugni. In pieno recupero, la chiude Palmiero che di forza insacca il pallone del 4-2 finale.

PESCARA-PORDENONE 4-2: NUMERI E STATISTICHE

Tutte le notizie di Serie B

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

 

 

 

In edicola

Prima pagina