Serie B
0

Ascoli-Juve Stabia 2-2, Provedel come Brignoli: Stellone beffato all'esordio

I bianconeri vanno sopra con Scamacca, nella ripresa Forte pareggia su rigore. Ninkovic segna nel finale il gol che illude il nuovo tecnico bianconero della prima vittoria, poi arriva il gol assurdo del portiere campano

Ascoli-Juve Stabia 2-2, Provedel come Brignoli: Stellone beffato all'esordio
© LAPRESSE

ASCOLI PICENO - L'avventura di Roberto Stellone sulla panchina dell'Ascoli parte con un pareggio: l'inaspettato gol del portiere della Juve Stabia Provedel fissa il risultato sul 2-2, dopo che i bianconeri erano andati due volte in vantaggio.

Poche emozioni, apre Scamacca

Tempo 10 minuti, e l'Ascoli va in vantaggio: calcio di punizione per i bianconeri, la difesa campana si perde Scamacca che di destro segna da pochi passi. Le Vespe impiegano qualche minuto a riprendersi dal colpo: Bifulco si fa murare il tiro dalla difesa bianconera, poi un bel cross di Germoni a centro area non viene raccolto da nessuno dei ragazzi di Caserta. A mano a mano, però, la formazione gialloblù inizia a prendere campo: il destro di Addae dai 20 metri, fuori di poco, ne è la prova. La Juve Stabia non riesce però a verticalizzare l'azione nel modo giusto.

Forte, cecchino dal dischetto. Provedel eroe

La seconda frazione si apre subito col botto: passaggio di Mallamo per Canotto che, entrato in area di rigore, salta tre difensori avversari perdendo però il momento giusto per tirare. Un minuto dopo, altra chance: Bifulco con una gran botta dalla distanza impegna Leali, che manda in angolo. Su di un'incomprensione tra Cavion e Trotta, Germoni si inserisce tra i due e cerca il mancino da posizione defilata: parata a terra di Leali. L'ottimo approccio della Juve Stabia viene premiato al 62': Ferigra abbatte Bifulco in area e Forte dal dischetto fa felici i gialloblù. Decimo centro per il numero 32, capocannoniere delle Vespe. Al 69, gol annullato alla Juve Stabia: Vitiello insacca dopo una mischia in area, ma in fuorigioco. Arrivano due occasioni enormi, una per squadra: per l'Ascoli, Trotta di testa costringe Provedel al miracolo, poi Canotto getta alle ortiche un pallone da spingere in gol dopo l'errore di Ferigra e Andreoni. E' il 74' quando Stellone manda in campo Ninkovic, assente nelle ultime uscite, e il trequartista ci mette otto minuti per ripagarlo nel modo migliore: passaggio in orizzontale dell'altro subentrato Brlek per il destro a botta sicura del serbo: 2-1. Il finale è nervoso, il signor Pezzuto però è bravo a mantenere l'ordine. nell'ultimo dei 5' di recupero assegnati, accade l'impensabile: Leali sbaglia completamente l'uscita su di una punizione per i campani e viene trafitto dal collega Provedel che pareggia a tempo scaduto.

Liverani: "Ho tantissimo da imparare"

Tutte le notizie di Serie B

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina