Serie B, il Cosenza si arrende al Chievo. Spettacolare 4-4 tra Vicenza e Pisa

La formazione calabrese sconfitta 2-0 al Bentegodi, l'Ascoli cade in casa con il Pordenone, 2-2 tra Brescia ed Entella. Venezia-Empoli sospesa per nebbia sul 2-0, non disputata Salernitana-Reggiana
Serie B, il Cosenza si arrende al Chievo. Spettacolare 4-4 tra Vicenza e Pisa© LAPRESSE

Il Cosenza si arrende al Chievo e resta fermo a quota 5 in classifica dopo 6 giornate di Serie B, con una lunghezza di vantaggio sull'Ascoli, sconfitto in casa dal Pordenone, sull'Entella, che ha pareggiato 2-2 in extremis a Brescia, sul Pisa, reduce da uno spettacolare 4-4 con il Vicenza, e sulla Reggiana, che non ha disputato la partita di Salerno per l'emergenza Coronavirus. Sospesa per nebbia sul punteggio di 2-0 per i padroni di casa il match tra Venezia ed Empoli.

Serie B, risultati e classifica

Ascoli-Pordenone 0-1

L'Ascoli fa la partita ma è il Pordenone a colpire al 39' con Manuel Scavone, il più lesto di tutti nel cuore dell'area piccola. Bella rivincita per il 33enne centrocampista che, proprio contro i marchigiani e con indosso la maglia del Lecce, rischiò la vita circa un anno e mezzo fa. I friulani sfiorano poi il raddoppio in chiusura di primo tempo, ancora con Scavone protagonista di una splendida sforbiciata, e in apertura di ripresa, con un destro fulminante di Berra deviato sul palo da Sarr. L'estremo difensore senegalese con cittadinanza italiana è ancora decisivo al 57', negando la doppietta ad uno scatenato Scavone, e all'81' sulla conclusione ravvicinata a botta sicura di Pasa. È poi Brosco pochi secondi più tardi a salvare tutto su Berra, mentre il palo nega il raddoppio a Diaw. Al 90', poi, è Ciurria a fallire la più ghiotta delle chance, sparando alto un calcio di rigore.

Tabellino e statistiche

Brescia-Entella 2-2

Primo tempo avaro di emozioni quello del Rigamonti, con entrambe le squadre che mostrano qualche difficoltà in fase di impostazione. Il Brescia fatica terribilmente a scardinare la difesa ligure, producendo in 45 minuti una sola occasione, firmata Dessena (32') che, in scivolata, non inquadra la porta. Tattica prettamente difensiva, invece, per l'Entella di mister Tedino. La partita si sblocca al 61': su un corner battuto da JagielloDessena manca la deviazione aerea ma un rimpallo favorisce Mangraviti che, sotto porta, trova l'1-0 delle Rondinelle. Immediata la risposta chiavarese, affidata alla conclusione dal limite di Chiosa fuori misura non di molto. Per il pari bisogna attendere il 75': la mette in mezzo Mancosu e strepitosa mezza rovesciata di De Luca che non lascia scampo a Joronen. L'illusione ligure, però, dura pochissimo: è l'85' quando, sugli sviluppi di una punizione di Sabelli, la sponda di Mateju regala ad Ayé il cioccolatino del 2-1. Annullato a Mancosu il pari all'88' per un fuorigioco millimetrico, ma l'ex Bologna si riscatta al 93' siglando il calcio di rigore causato da Mateju (espulso) che vale il definitivo 2-2.

Tabellino e statistiche

Chievo-Cosenza 2-0

Prima frazione equilibrata al Bentegodi, con l'inerzia del match spezzata da una fiammata clivense: è il 42' quando Gigliotti firma il vantaggio con uno splendido diagonale mancino. L'arbitro, però, aveva fischiato in precedenza un contatto in area tra Sciaudone Fabbro con conseguente calcio di rigore per il Chievo e scuse annesse al centrale franco-argentino. Sul dischetto va Leverbe che fa 1-0. Al 49', da un super cross di Bruccini, la girata al volo di Bittante esalta i riflessi di Semper, che evita il pari con l'ausilio del palo. Sessanta secondi più tardi è invece Djordjevic ad andare ad un passo dal raddoppio, che arriva all'84': Garritano, entrato in campo proprio al posto del serbo ex Lazio, sigla il gol dell'ex che regala il 2-0 a mister Aglietti.

Tabellino e statistiche

Venezia-Empoli sospesa sul 2-0

Il Venezia, in palla sin dalle prime battute, mette alle corde la capolista. Il meritato vantaggio arancioneroverde, soltanto sfiorato da Ceccaroni, arriva al 21' con Fiordilino, smarcato da Forte dopo una bella combinazione Johnsen-Aramu ed un flipper impazzito nell'area toscana. Per il 24enne palermitano è il primo gol in 44 presenze con la maglia veneta. Il raddoppio, che giunge al 58', porta la firma di Johnsen, con Forte che mette a referto il secondo assist personale. L'occasione fallita da Mancuso (ottima risposta di Lezzerini) fa da prologo all'inevitabile sospensione del match: la nebbia, scesa prepotente al Pier Luigi Penzo, non consente la prosecuzione. 

Tabellino e statistiche

Vicenza-Pisa 4-4

Succede di tutto al Romeo Menti: al 9' passa il Pisa con Gori, al terzo centro stagionale in 4 partite, che sfrutta l'uscita a vuoto di Perilli. La rimonta del Vicenza è affidata al calcio di rigore di Marconi (19') e al tap-in di Vido (26') che, dopo aver avviato il contropiede, aveva regalato un pregevole assist a Mazzitelli, ribadendo poi in rete la respinta di GrandiPisano lascia i toscani in 10 con due ammonizioni rimediate in 4 minuti e, sulla conseguente punizione battuta da BeruattoMeggiorini fa 2-2 di tacco (42'). Il controsorpasso è affidato a Cappelletti (56') ma, nonostante l'uomo in meno, i ragazzi di D'Angelo si riportano avanti con la doppietta di Gucher (63' e 73'). Il definitivo 4-4 porta la firma di Da Riva (74').

Tabellino e statistiche

Salernitana-Reggiana: non disputata

La Reggiana, attraverso un comunicato ufficiale, ha informato che la "Prima Squadra non scenderà in campo per causa di forza maggiore in seguito all’emergenza sanitaria che ha colpito il gruppo negli ultimi giorni, avendo ancora riscontrato negli accertamenti medici di ieri 18 casi di positività al Covid-19 tra i calciatori e 5 tra i componenti dello staff".

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti