Serie B: Empoli e Monza ok, pari per Frosinone e Salernitana

La 29ª giornata: i toscani capolista soffrono ma battono il Pordenone (1-0), mentre la squadra di Brocchi vince senza Baloetlli (2-0 alla Reggiana). Pari senza reti per i ciociari e i campani
Serie B: Empoli e Monza ok, pari per Frosinone e Salernitana© LAPRESSE
TagscalcioSerie BEmpoli

Successo all'ultimo tuffo nella 29ª giornata per l'Empoli, che solo nel finale e grazie a un autogol piega al Castellani un Pordenone in emergenza e in dieci dal 6'. Dietro ai toscani capolista si prende il secondo posto il Monza, che senza Balotelli piega in casa la Reggiana (2-0) portandosi a +1 sul Lecce mentre un punto sotto ai salentini c'è la Salernitana, che non riesce ad andare al di là dello 0-0 sul campo del Cittadella. Solo un pari anche per il Frosinone, che nella ripresa si rende più volte pericoloso a Verona contro il Chievo ma non passa. Vittoria pesante infine quella ottenuta dal Brescia in casa contro la Reggina (1-0).

Serie B, la classifica

Empoli all'ultimo tuffo, Pordenone ko in dieci

Caccia al dodicesimo risultato utile consecutivo per l'Empoli capolista, che al Castellani ospita un Pordenone in difficoltà, con una sola vittoria nelle ultime 10 gare e alle prese con le 13 assenze dovute all'emergenza Covid (che ha rischiato di mettere in dubbio lo svolgersi della partita). E la strada, già in salita, si fa subito più impervia per i 'ramarri' che al 6' restano in dieci: giallo per una trattenuta su Olivieri per Falasco, che poi protesta con La Penna e ne rimedia immediatamente un altro. Tesser mantiene la difesa a quattro con Biondi terzino e il fortino regge fino al riposo, con i toscani davvero pericolosi solo con Bajrami, che al 31' sfiora il palo mentre sono meno precise le successive conclusioni di Stulac (37') e Mancuso (42'). Nella ripresa è un assedio dell'Empoli con il portiere ospite Perisan ad abbassare però la saracinesca su Bajrami, Parisi (che colpisce anche una traversa) e Fiamozzi per poi compiere un 'miracolo' su colpo di testa di La Mantia (76'). L'impresa sembra vicina per il Pordenone il cui 'muro' crolla però all'88': cross dalla sinistra di Bajrami, sul secondo palo Matos trova la deviazione che colpisce in pieno il ginocchio di Chrzanowski, autore dello sfortunato e decisivo autogol che regala la vittoria alla capolista.

Empoli-Pordenone: tabellino e statistiche

Il Frosinone ci prova ma non sfonda

Al Bentegodi sfida delicata tra squadre alla ricerca di riscatto e di nuovi punti per aggrapparsi al treno playoff. Per entrambe le due compagini gialloblù una vittoria nelle ultime cinque partite, con il Chievo reduce dal ko di Lecce e il Frosinone invece dalla beffa interna contro il Brescia. Nel primo tempo la paura di perdere condiziona i ritmi (lenti) del match e non arrivano occasioni concrete da gol, con i veronesi ad affidarsi alla spinta di Garritano sulla sinistra e i ciociari ad accontentarsi di un giropalla lento ma impreciso, appoggiandosi alle sponde di Novakovich. Stesso copione nel primo quarto d'ora della ripresa che però si 'accende' al 60' con l'occasione sprecata dai ciociari, con Novakovich che non approfitta di un regalo della difesa di casa calciando a lato a due passi da Semper. Il Chievo risponde con Fabbro, che sfiora il palo in girata su sponda di De Luca, ma è ancora il Frosinone a sciupare con Rohden che da solo davanti al portiere calcia incredibilmente alto (71'). Non ha miglior fortuna poi il nuovo entrato Iemmello, che supera Rigione ma sfiora solo il palo con il sinistro incrociato. La squadra di Nesta non si arrende e ci prova fino all'ultimo, ma al 91' è Gigliotti a recuperare ancora su Iemmello lanciato a rete.

Chievo-Frosinone: tabellino e statistiche

Van de Looi lancia il Brescia

Sfida tra due squadre nel limbo di metà classifica al Rigamonti, con le rondinelle reduci da tre vittorie di fila (Cosenza, Venezia e Frosinone) a ospitare i calabresi reduci dall'importante successo sul Monza. Ritmi alti fin dall'avvio e la prima occasione è per i padroni di casa: Ragusa penetra in area dalla destra e conclude dal vertice dell'area, con Nicolas che respinge con i pugni. Il Brescia insiste e prima chiede invano il tocco di mano in area di Kingsley, poi con un cross di Martella su cui Aye colpisce al volo trovando ancora attento il portiere degli ospiti, che prima del riposo sprecano una grande chance con Kingsley, che calcia alle stelle dal cuore dell'area. Si va all'intervallo sullo 0-0 e dopo neanche un minuto della ripresa la gara si sblocca: è il mediano Van de Looi a trovare l'angolino giusto con un rasoterra mancino dal limite e a portare in vantaggio il Brescia. La Reggina accusa il colpo e rischia ancora due minuti dopo: ripartenza di Ragusa e deviazione in corner di Nicolas sul velenoso tiro-cross dell'attaccante. I calabresi non sembrano in grado di spaventare le rondinelle che al 79' impegnano ancora il portiere ospite con un colpo di testa di Fridjonsson su cross del vivace Martella. Ultimo brivido al 91', quando la Reggina sfiora il palo con un tacco di Del Prato.

Brescia-Reggina: tabellino e statistiche

Cittadella-Salernitana senza reti

Sfida d’alta classifica al Tombolato, con il Cittadella a caccia di continuità dopo la vittoria contro il Pisa contro una Salernitana reduce da dieci risultati utili consecutivi (ma con 7 pareggi). La prima chance è per i padroni di casa: Baldini arriva in area di rigore avversaria e calcia a volo di sinistro una palla vagante, ma la conclusione si perde sul fondo (10'). Immediata la replica dei campani, che due minuti colpiscono la traversa con un colpo di testa di Bogdan su cross da calcio d'angolo. Il vantaggio sfiorato dà fiducia alla squadra di Castori, che prende in mano il comando delle operazioni, ma non riesce più a impensierire davvero la difesa di Venturato fino all'intervallo. Nel secondo tempo cresce invece il Cittadella, che impegna Belec con Gargiulo (50') mentre all'86' la Salernitana rischia l'autorete con Bogdan. L'occasione più ghiotta per i padroni di casa al 94', con D'Urso che salta tre avversari e appoggia in area di rigore per Proia il cui sinistro è fermato dal palo interno.

Cittadella-Salernitana: tabellino e statistiche

Il Monza vince senza Balotelli

È un Monza arrabbiato per il ko con la Reggina quello che ospita la Reggiana orfano dell'infortunato Balotelli, oltre che dello squalificato Bellusci, di Barberis e Gytkjaer. Reduci da tre sconfitte consecutive (e un solo punto nelle ultime quattro gare) gli emiliani, in emergenza dietro (Libutti, Rozzio e Gyamfi gli indisponibili), vengono messi subito in crisi da uno scatenato Dany Mota. Ed è proprio l'attaccante portoghese a propiziare il vantaggio dei brianzoli al 12': affondo a sinistra e cross basso, la palla deviata arriva a Carlos Augusto che col sinistro trova l'1-0 (e il suo terzo gol in campionato). La squadra di Brocchi comanda la partita e al 28' va vicina al raddoppio con Armellino, che sfiora il palo dai 30 metri mentre è altissima la successiva conclusione di Frattesi (39'). Ripresa poi in gestione per il Monza, che al 79' mette al sicuro il risultato con un destro all'incrocio di Colpani a regalare il secondo posto a Brocchi.

Monza-Reggiana: tabellino e statistiche

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti