Serie B, il Lecce di misura a Pordenone. Beffa finale per Benevento e Perugia

Giornata ricca di gol ed emozioni nel campionato cadetto: i salentini di Baroni prendono altri tre punti e si avvicinano alla vetta
Serie B, il Lecce di misura a Pordenone. Beffa finale per Benevento e Perugia© LAPRESSE
7 min

ROMA - In serie B nelle partite della ventiduesima giornata andate in scena nel pomeriggio, gioisce il Lecce di Baroni che si impone di misura a Pordenone (1-0) grazie ad una rete di Gargiulo. I salentini con i tre punti e una partita da recuperare si avvicinano prepotentemente alla vetta distante ora 4 lunghezze. Beffa finale per il Benevento sul campo della Spal (1-1) raggiunto a pochi minuti dal termine. Si salva in extremis il Monza che contro il Perugia trova il pareggio in pieno recupero grazie a Ciurria.

Monza-Perugia 2-2

In avvio (5') il Monza è pericoloso con Carlos Augusto, che consegna un pallone in area per Valoti, che va al tiro, ma viene murato da Angella. Al 10' brivido per il Perugia: palla regalata da un difensore a Dany Mota che si invola in area sulla parte destra. Il suo traversone è però intercettato da Burrai, che spedisce la sfera in corner sfiorando il suo palo. Perugia in luce al 19' con Kouan protagonista che scende sulla destra, mette in mezzo il pallone con Marrone che devia in corner. Al 26' proteste del Monza per una caduta di Valoti in area perugina, dopo una trattenuta di Ferrarini: l'arbitro fa proseguire. Alla mezz'ora il Grifo sfiora il vantaggio con un bolide di Kouan che finisce sulla traversa. Le emozioni non finiscono, perchè al 42' il Monza la sblocca. Dany Moya punta Angella sulla sinistra, entra in area e il difensore lo atterra, con il Var che concede il rigore. Dal dischetto Valoti non sbaglia e porta avanti i brianzoli. La prima frazione termina così sull'1-0. Nella ripresa al 2', disimpegno errato di Caldirola, il pallone finisce al perugino Segre che si invola verso la porta, ma il suo diagonale è deviato in corner da Di Gregorio. Il Grifo continua ad attaccare e si rende pericoloso con Sgarbi e Kouan ma l'estremo difensore biancorosso  sventa ancora con freddezza e mestiere. Al 19' però gli umbri pareggiano: Marrone stende Matos, per l'arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto De Luca non sbaglia e fa 1-1. La partita vive di emozioni: al 24' Mota ci prova in rovesciata, palla fuori di poco. La squadra di Alvini non ci sta e al 30' raddoppia. Grande lavoro di Matos nella parte destra dell'area,  cross per Kouan, che tutto solo insacca. Il Monza non ci sta e due minuti più tardi un colpo di testa di Valoti da pochi passi viene respinto da Chichizola. Proprio nell'ultimo minuto di recupero i brianzoli trovano il pari con Ciurria ed esultano: 2-2.

Pordenone-Lecce 0-1

Ad inizio frazione ci prova Pinato dalla distanza, ma il portiere leccese Gabriel para. Al 13' sfiora la rete il Lecce: tiro cross di Majer che scavalca Perisan e termina di poco fuori oltre il secondo palo. Passano quattro minuti e gli ospiti sono ancora minacciosi con un tiro di Olivieri nel cuore dell’area di rigore che sbatte sul palo. Al 24' ecco il vantaggio pugliese: gran palla d’esterno di Strefezza per Gargiulo, che anticipa Perisan e con un tocco preciso mette dentro. Al 39' il Lecce segna anche il bis con Olivieri, ma la rete è annullata dall'arbitro e dal Var per posizione irregolare dell'attaccante giallorosso. In pieno recupero gli ospiti sfiorano il raddoppio con una rovesciata di Gargiulo, ma la sfera va fuori di un niente. La seconda frazione si apre con le proteste dei padroni di casa per un contatto in area di rigore tra Rodriguez e Cambiaghi, non fischiato dall'arbitro. Il Lecce è lo stesso del primo tempo ed è sempre ficcante e pericoloso con Gargiulio prima e Faragò poi. Il Pordenone rimasto in dieci per l'espulsione di Pasa fatica e non sfonda. Il Lecce si impone di misura 1-0.

Spal-Benevento 1-1

Al 5' ci prova subito il Benevento: stacco di testa di Letizia, che innesca Moncini, quest'ultimo si allarga a destra e prova la conclusione senza successo. Al 9' sono ancora gli ospiti in evidenza: ottimo controllo di Insigne che tocca per Acampora che va al tiro, ma la conclusione è deviata in corner. Risponde la Spal al 15' con un filtrante in area per Da Riva, ma quest'ultimo sbatte addosso al portiere del Benevento e l'azione sfuma. La partita si gioca su ritimi alti e al 22' si sblocca. Contropiede del Benevento con Acampora, quest'ultimo serve al centro per Tello che tocca il pallone di fino e deposita in rete: 0-1. Al 29' la squadra di Caserta va vicina al raddoppio dopo un batti e ribatti in area, con Acampora che colpisce il palo con un mancino dalla distanza. Al 33' lo scatenato Acampora trova lo spazio per calciare col sinistro, ma Vicari gli dice di no, mandando in corner. Al 38' la Spal reagisce e con Da Riva sfiora il pari, negato solo dall'intervento di Paleari che respinge facendo sbattere il pallone sul palo. Al 41' sono ancora gli estensi a sfiorare la rete con una punizione di Viviani che termina a lato di poco. Nei minuti conclusivi di primo tempo ci prova il Benevento con Moncini, ma Thiam devia in corner. La ripresa si gioca su ritmi alti. Al 21' il Benevento va in gol con Moncini, ma la rete viene annullata dal Var, per una posizione irregolare dell'attaccante. Al 26' la Spal mette i brividi ai giallorossi con un colpo perfetto di Colombo deviato in corner da Paleari.  Al 31' risponde la squadra di Caserta con Forte che di testa manda alto di pochissimo. La Spal ci crede e a tre minuti dal gong trova il pari: Glik sbaglia un rinvio sbattendo su Letizia, palla a Seck che prova il tiro che viene ribattuto dalla difesa, in agguato c'è da Riva che non perdona e mette in rete il gol dell'1-1. In pieno recupero la Spal sfiora la vittoria con un diagonale di Melchiorri salvato in extemis in angolo da Glik. Al Mazza termina 1-1.

LA CLASSIFICA

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti