Frosinone
0

Frosinone, Stirpe: "Si può ripartire tra due settimane. Governo troppo cauto"

Il patron ciociaro: "Non vedo perché non si debba dare al calcio la chance di riprendere, la curva del contagio si è abbassata. Speriamo in un allentamento dei vincoli del protocollo"

Frosinone, Stirpe:
© LAPRESSE

FROSINONE - Maurizio Stirpe, numero uno del Frosinone, ha parlato a Rete 8: "La curva dei contagi ha assunto un andamento tale da permettere la ripresa di allenamenti e campionati tra qualche settimana: credo ci sia solo un eccesso di cautela da parte del Governo e della comunità medico-scientifica. Tra due settimane credo ci saranno le condizioni per ripartire, e non vedo perché non si debba dare al calcio la possibilità di riprendere la sua attività. Se si optasse per fermare i campionati senza promozioni e retrocessioni, nessun problema, ma se lo stop portasse alla cristallizzazione della classifica con promozioni e retrocessioni, il regolamento parla chiaro: tre retrocessioni dalla A e tre promozioni dalla B. I playoff la B li ha introdotti per rendere più avvincente il torneo, ma se si ragiona in termini di merito sportivo, questo ce l'ha solo il Benevento. Nell'altro caso, ci siamo anche noi nel discorso promozione (i canarini sono terzi, nda). Altrimenti procederemo per vie legali: solo il campo non lascia strascichi".

Serie A bloccata fino al 14 giugno? Possibile modifica al decreto Conte

Stirpe conclude così: "Speriamo in un allentamento dei vincoli del protocollo, non va bene la responsabilità penale dei medici, della quarantena e dei ritiri obbligati. La Serie A sta lavorando per ottenere condizioni più sostenibili, spero che queste possano essere trasferite in cadetteria".

Tutte le notizie di Frosinone

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

 

 

 

In edicola

Prima pagina