Livorno
0

Coronavirus, Spinelli: "Rugby fermo? Lo faccia anche il calcio"

Il presidente del Livorno: "Con la grave situazione che c'è in Lombardia, a Brescia e a Bergamo, non penso che i campionati possano riprendere"

Coronavirus, Spinelli:
© LAPRESSE

LIVORNO - "Speriamo che Gravina faccia lo stesso: ma lo faranno anche nel calcio, con la grave situazione che c'è in Lombardia, a Brescia e a Bergamo, non penso che i campionati possano riprendere". Così il presidente del Livorno, Aldo Spinelli, dopo la decisione della Federazione rugby di dare uno stop definitivo alla stagione. "Non pensiamo però ai campionati - ha proseguito Spinelli - ma alla salute delle famiglie italiane. A 80 anni come ho io bisogna stare in casa in quarantena, e noi seguiamo le disposizioni dello Stato. Ma lo Stato si deve muovere perché ci sono parecchie aziende, anche di diversi imprenditori amici miei, che sono ferme. Ha fatto bene Conte a dire all'Europa che bisogna muoversi o altrimenti andiamo avanti da soli". "Mi mancano il lavoro - ha concluso Spinelli - i miei dipendenti del porto, anche se noi in azienda continuiamo a lavorare. Mi manca il campo, mi mancano i tifosi e la squadra. So che i giocatori sono tutti a Livorno, nessuno si è mosso e si stanno allenando a casa. E il prossimo anno se avremo la fortuna di rimanere in serie B speriamo di restarci e di evitare gli errori che abbiamo commesso quest'anno".

Rivoluzione Coronavirus: cambiano i controlli medici per i calciatori contagiati

Tutte le notizie di Livorno

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina