Venezia, Niederauer: "Non sappiamo se giocheremo con il Pordenone"

Il presidente lagunare dopo la positività di Felicioli: "Il calciatore rimarrà in isolamento, ma il resto della squadra è tutto negativo"
© LAPRESSE

VENEZIA  - "Come avevo scritto nella mia lettera aperta due mesi fa, mi auguravo che qualora il campionato fosse ripartito saremmo stati preparati anche a gestire una eventuale positività al Covid-19, poiché ritenevo che fosse un'ipotesi molto probabile". Lo afferma il presidente del Venezia Calcio Niederauer sulla situazione attuale determinata da un giocatore asintomatico risultato positivo al Covid-19. "La nostra attenzione oggi è rivolta principalmente al giocatore e alla squadra - rileva -. Il giocatore rimarrà in isolamento fiduciario pressa la propria abitazione per 14 giorni così come previsto dalle linee guida attualmente in vigore, mentre il resto della squadra e lo staff sono stati messi in quarantena presso un hotel ad uso esclusivo anche se tutti negativi. Non sappiamo ancora se sabato potremo disputare la partita contro il Pordenone, ma visto le tempistiche questa non dovrebbe più essere considerata un'opzione valida - sottolinea-. Chiedere ai ragazzi di prepararsi per una partita così importante in mezzo a tutta questa incertezza è molto difficile e per questo meritano il mio plauso personale per come stanno affrontando questa situazione anomala". "Nonostante ciò, nell'interesse di tutti, il Venezia FC si rende disponibile a valutare delle soluzioni alternative purché rispettino i requisiti organizzativi, sanitari e tecnici imprescindibili per la disputa di qualsiasi partita di calcio" conclude Niederauer.

Gravina: "Playoff per mantenere il merito sportivo"
Guarda il video
Gravina: "Playoff per mantenere il merito sportivo"

Commenti