Venezia, la nota: "Partiti per Trieste, ma ci sono ancora criticità oggettive"

Il club lagunare dovrebbe affrontare stasera il Pordenone ma la positività al covid di Felicioli ha messo in dubbio tutto
© LAPRESSE

VENEZIA - Dopo la scoperta della positività al coronavirus del terzino sinistro Gian Filippo Felicioli, in casa del Venezia è calata una spessa cortina di pessimismo: i lagunari si sono detti contrari a giocare la sfida di stasera (20.30) contro il Pordenone al Nereo Rocco di Trieste, in quella che sarebbe una delle prime gare di Serie B del dopo Covid-19. Tuttavia, il club arancioneroverde oggi è partito ugualmente per la trasferta, come dimostra la nota pubblicata sul sito ufficiale: "Venezia FC comunica che la squadra ha da poco lasciato Mestre in direzione Trieste. La partenza è stata possibile grazie alla disponibilità dell’Asl che questa mattina all’alba ha effettuato i tamponi presso l’hotel dove il gruppo squadra si trovava in isolamento fiduciario. Tuttavia al momento sussistono ancora oggettive criticità da risolvere per permettere l’effettivo svolgimento della partita in programma questa sera alle 20.30 allo stadio Nereo Rocco di Trieste".

Commenti